La realtà virtuale arriva su Google Chrome grazie alla tecnologia WebVR

Leonardo Banchi

Google non sembra avere alcuna intenzione di lasciar passare il treno della realtà virtuale, e il lancio del visore Daydream View era probabilmente soltanto il primo passo della casa di Mountain View: ora è arrivato il momento di giocare le carte pesanti, e quale carta può essere migliore di Google Chrome da mettere sul tavolo?

L’ultima versione di Chrome ha infatti introdotto il supporto alla tecnologia WebVR, che permetterà di integrare la realtà virtuale nei siti web, eliminando per gli sviluppatori la necessità di creare app proprietarie per ognuno dei vari sistemi esistenti.

LEGGI ANCHE: Google vi porta a spasso fra i monumenti di Petra con Cardboard

Questo primo tentativo di “universalizzazione” della realtà virtuale è il risultato di sforzi congiunti fra Google, Mozilla, Oculus e molti altri partner: i lavori sono però ancora del tutto in corso, tanto che Firefox implementa WebVR soltanto nelle nightly (l’integrazione nella versione stabile del browser è prevista per l’estate), e dispositivi come HTC Vive e Samsung Gear VR sono ancora completamente tagliati fuori.

Se siete così fortunati da possedere un Google Daydream View, però, potete già mettere alla prova la realtà virtuale via web con una serie di siti suggeriti direttamente da Google: fra di loro trovate ad esempio Bear 71, perfetto per gli amanti della natura; il database di Matterport, che vi porterà all’interno di edifici famosi di tutto il mondo; Within, una collezione di emozionanti filmati in realtà virtuale; WebVR Lab e Sketchfab, entrambi pieni di curate riproduzioni di mondi fantastici.

Via: C|NetFonte: Google