La ricetta di Apple per rivitalizzare l’ecosistema HomeKit comprende un HomePod più economico

Enrico Paccusse Tante idee per dar nuova linfa ad un settore dove la società sta facendo difficoltà

Il ritardo che Apple ha accumulato rispetto ad Amazon e Google nel settore degli assistenti smart è piuttosto marcato, ed è forse proprio per questo che la società pare stia investendo pesantemente nello sviluppo del proprio ecosistema nella domotica.

Secondo quanto riportato da Bloomberg, il metodo principale a cui l’azienda starebbe lavorando per rivitalizzare il segmento è quello di facilitare il lavoro degli sviluppatori di terze parti con HomeKit.

LEGGI ANCHE: Il futuro di HomePod

Non è da escludere la possibilità che la stessa Apple si metta a produrre degli accessori particolari per la smart home, come luci, lucchetti per le porte e sistemi di sorveglianza.

Proprio quest’ultimo rappresenta uno dei trend di mercato più in voga, e potrebbe essere in sinergia con la crittografia proprietaria end-to-end ed il salvataggio su iCloud.

Ultima idea, non per importanza, quella di posizionare un nuovo assistente smart ad una fascia di prezzo più bassa rispetto a quella di HomePod, apprezzato per la qualità musicale ma criticato per l’elevato prezzo di partenza. Se ne parla da tempo, è arrivato il momento giusto?

Via: 9to5macFonte: Bloomberg