La vera minaccia per Epic Games e l’Unreal Engine non è Apple, ma Unity

Roberto Artigiani Ormai il motore grafico rivale occupa più della metà del mercato

Mentre le cronache di questi giorni sono occupate dallo svolgimento della causa legale in corso da parte di Epic Games contro Apple e Google, all’ombra della questione c’è un altro contendente che continua a lavorare sodo: Unity. Grazie alla documentazione necessaria per quotarsi alla borsa statunitense infatti sono emersi alcuni dei numeri fatti registrare dall’acerrimo rivale di Epic.

Mentre l’Unreal Engine è tenuto in ostaggio nelle trattative legali, Unity ha rivelato che più della metà dei videogiochi per mobile, PC e console sono realizzati col suo motore così come il 53% dei titoli nella top 1.000 su App Store e Play Store nel 2019. Nel primo semestre di quest’anno Unity ha contato circa 2 miliardi di utenti attivi per un totale di 8 miliardi di ore giocate al mese.

Inoltre un milione e mezzo di sviluppatori hanno dato vita a circa 8.000 app e giochi ogni 30 giorni usando Unity. Anche se probabilmente la grande maggioranza saranno piccoli progetti, numeri del genere fanno girare la testa. A sostanziare ulteriormente la sua posizione Unity ha poi spiegato come 716 dei suoi clienti hanno speso almeno 100.000$ e 60 di questi usano il suo motore grafico per scopi diversi dai videogiochi.

LEGGI ANCHE: Nintendo Mini Direct mostra i giochi che stanno per arrivare

Tuttavia anche se tutto ciò si riflette in una crescita mostruosa degli incassi (da 381 milioni di dollari nel 2018 a 542 milioni nel 2019) e dei dipendenti (da 2.715 a 3.379 nei sei mesi prima di questo giugno), non si può dire che navighi nell’oro: i guadagni infatti semplicemente ancora non esistono. Unity ammette di non essere mai andata a profitto e di aver perso 163 milioni di dollari solo quest’anno (e 131 milioni lo scorso).

Ovviamente la speranza è trovare nuovi capitali con lo sbarco in borsa, ma la cosa più curiosa rimangono i possibili rischi elencati nella documentazione. A quanto pare infatti Unity elenca un paio di eventualità che potrebbero mettere a repentaglio le sue operazioni: un cambiamento nel sistema di proprietà intellettuale in Cina e una causa legale con un importante fornitore dovuta a violazioni di termini di servizio poco chiari (vi ricorda niente?).

GRUPPO FACEBOOK DI SMARTWORLD

CANALE TELEGRAM OFFERTE

Via: The Verge