Leica M10-D: niente display o bollino per la digitale che sembra una vera pellicola (foto)

Cosimo Alfredo Pina -

Dopo la prima M10 e la variante con display touch, ma senza bollino rosso, ecco che Leica svela la sua ultima creazione, la M10-D. Anche questa variante offre lo stesso hardware della prima M10; le differenze sono tutte “concettuali”.

La M10-D infatti non ha nessun tipo di display. Un vero e proprio ritorno al passato, visto che gli unici controlli sulla fotocamera sono le ghiere per ISO, velocità di scatto e compensazione dell’esposizione. C’è anche una leva, accanto al pulsante di scatto, che ci ricorda quella di avanzamento del rullino delle mitiche M a pellicola.

LEGGI ANCHE: Leica M10-P, bellissima e touch

L’anima di questa telemetro resta però digitale, così per regolare tutto quello che solitamente è accessibile da menu a schermo lo si fa con l’app per smartphone FOTOS. C’è inoltre la possibilità di montarci un mirino elettronico, denominato Visoflex EVF.

Un prodotto molto particolare che senza troppe sorprese si posiziona in fascia alta. La M10-D viene lanciata sul mercato ad un prezzo di 7.995$ per il solo corpo macchina e per il mirino elettronico servono altri 575$.