L’hardware ha fruttato a Google cifre da capogiro, ma a trainare sono ancora i suoi servizi

Giovanni Bortolan

Il CEO di Alphabet e Google Sundar Pichai e il CFO Ruth Porat hanno di recente fornito un aggiornamento sull’andamento delle vendite dei prodotti fisici “Made by Google”. La visione aziendale in merito allo stato dell’arte dei suoi dispositivi, dice Sundar, è appena agli albori, lasciando intendere una naturale propensione a migliorare la qualità dei futuri prodotti, anche grazie alle nuove possibilità date dall’acquisizione di Fitbit.

In termini più specifici, il CEO di Google menziona i recenti Nest Mini e Nest Hub Max, insieme all’ormai collaudato Google Pixel 3a, enunciando come essi abbiano venduto “bene” negli scorsi mesi (non è entrato nello specifico e nessun riferimento è stato fatto a Pixel 4 e 4xl). Il tutto contestualizzato nel periodo appena trascorso, che ha visto una diminuzione delle vendite dell’hardware nonostante il periodo di vacanze.

LEGGI ANCHE: Le patch di sicurezza Android di febbraio

Nel quarto quarto del 2019, continua poi Ruth Porat, i guadagni di Google in riferimento ai prodotti hardware, Play Store e i servizi a sottoscrizione di Youtube hanno sfiorato la cifra di 5,3 miliardi di dollari, con una crescita del 10% dovuta principalmente alla forte spinta di Youtube. Anche Ruth ammette però un calo delle vendite dei prodotti fisici nel Q4 2019, contestualizzando comunque l’andamento generale delle vendite del 2019 come un grande salto in avanti rispetto al 2018.

Via: 9to5GoogleFonte: Alphabet
Google Pixel 3a

Google Pixel 3a

  • CPU
    octa 2 GHz
  • Display
    5,6" FHD+ / 1080 x 2220 px
  • RAM
    4 GB
  • Frontale
    8 Mpx ƒ/2.0
  • Fotocamera
    12,2 Mpx ƒ/1.8
  • Batteria
    3000 mAh
Google Pixel 4

Google Pixel 4

8.2

  • CPU
    octa 2.84 GHz
  • Display
    5,7" FHD+ / 1080 x 2280 px
  • RAM
    6 GB
  • Frontale
    8 Mpx ƒ/2.0
  • Fotocamera
    12,2 Mpx ƒ/1.7
  • Batteria
    2800 mAh