L’intelligenza artificiale per una mente geniale: Google celebra Bach con il suo primo Doodle con IA (video e foto)

Vincenzo Ronca

Esattamente 334 anni fa in Germania nasceva una delle menti più geniali della musica mondiale, quel Johann Sebastian Bach che ha scritto pagine fondamentali della musica durante il periodo barocco del XVIII secolo. Google oggi lo celebra dedicandogli un Doodle in qualche modo storico, il primo supportato dall’intelligenza artificiale.

Il Doodle di oggi infatti vi permette di interagire con esso: come potete vedere dagli esempi che abbiamo riportato in galleria, il Doodle vi offre la possibilità di creare la vostra melodia, componendo le singole note per poi armonizzarle secondo gli algoritmi di machine learning allenati proprio su un database di 306 composizioni del genio tedesco. Il risultato sarà una vostra personale melodia che potrete anche condividere o scaricare in formato MIDI.

LEGGI ANCHE: AndroidWorld spegne 10 candeline!

Nel video riportato qui in basso, Google vi mostra i passi dietro la creazione del suo primo Doodle con intelligenza artificiale: questo è risultato del lavoro dei team Magenta, il quale si occupa di come integrare l’arte musicale con il machine learning, e PAIR che ha reso possibile l’integrazione del Doodle con TensorFlow, evitando il sovraffollamento di traffico sui server Google nell’uso del Doodle.

Per approfondire il funzionamento del Doodle con intelligenza artificiale, vi lasciamo il post completo diffuso da Google.

Fonte: Google
  • Bach è nato il 31 marzo, non il 21 🙂

    • Sicuro?! non è che ti sbagli o hai guardato su Wikipedia?

      • ho indagato meglio, il giorno segnato dai calendari tedeschi era il 21 marzo (perché non si accettava il calendario Gregoriano), ma in realtà era il 31 marzo.