Lo scandalo Volkswagen arriva anche in Italia

Lo scandalo Volkswagen arriva anche in Italia
CosimoAlfredo Pina
CosimoAlfredo Pina

L'ombra dello scandalo Volkswagen si proietta anche sull'Italia. Infatti nelle ultime ore la divisione italiana della casa automobilistica è stata al centro di perquisizioni e interventi della Guardia di Finanza.

La sede di Verona di Volkswagen e quella bolognese di Lamborghini, sussidiaria dell'azienda, sono state sottoposte a perquisizione, mentre alcuni dirigenti, in carica tra il 2009 e il 2015 sono stati iscritti nel registro degli indagati.

L'azienda fa sapere che "Volkswagen Group Italia e Automobili Lamborghini hanno collaborato, e continueranno a collaborare, con la massima trasparenza e apertura", mentre in un recente intervento in Senato è stato spiegato che gli investimenti in Italia non saranno intaccati dallo scandalo.

Non è chiaro quanti veicoli siano coinvolti in Italia, per il momento l'azienda ne ha fermati 1.300, ma in Germania si parla di 2,4 milioni e a livello europeo di ben 8,5 milioni.

Una volta individuate le auto coinvolte queste saranno richiamate per un intervento di manutenzione gratuita che adeguerà i veicoli alle norme sulle emissioni. Ancora non è chiaro cosa prevederà l'adeguamento, ma intanto potete consultare i siti di Volkswagen, Audi, Seat e Skoda per avere maggiori informazioni a riguardo.

Commenta