Lo standard USB-C ora si arricchisce con la crittografia per aumentare la sicurezza delle connessioni

Matteo Bottin

Per quanto possa sembrare un gesto “innocuo”, collegare due dispositivi tramite un cavo può portare alla trasmissione di alcuni dati indesiderati. Giusto per fare un esempio, alcuni caricabatterie di dubbia provenienza o le porte USB disponibili nei luoghi pubblici possono essere veicolo di malware appositamente iniettati da alcuni hacker malevoli.

Per questo motivo USB Implementers Forum (USB-IF) ha creato un nuovo standard dal nome tanto semplice quanto immediato: USB Type-C Authentication. Questo standard definisce un protocollo di sicurezza che crea una autenticazione crittografata tra i dispositivi, andando a diminuire la possibilità di iniezioni malevoli di codice.

In pratica, usando questo protocollo l’host può confermare la autenticità di qualsiasi cosa venga collegato ad esso, sia un altro dispositivo, un cavo USB o un caricabatterie. Il tutto viene eseguito esattamente all’avvio della connessione, prima ancora che possa essere trasferito qualsivoglia tipo di dato (prima che vengano dati i permessi per lo scambio).

LEGGI ANCHE: Questo sono il logo e la certificazione di sicurezza degli alimentatori USB

Il tutto dovrà quindi essere implementato dai produttori, e dunque probabilmente dovremo aspettare ancora qualche tempo prima che venga reso disponibile in maniera capillare. Se ne sentiva il bisogno?

Via: BusinessWire
  • Psyco98

    S’impoverisse delle usb 2.0 sarebbe un gigantesco passo avanti