Il lockdown ha risollevato il mercato PC: erano anni che non si vendevano così tanti computer

Giuseppe Tripodi -

Dopo anni di mercato altalenante, con un primo trimestre del 2020 particolarmente cupo, durante il Q2 del 2020 c’è stata una vera e propria esplosione di vendite: durante questo trimestre sono state vendute 72,9 milioni di unità, tra desktop, notebook e workstation.

Questa cifra rappresenta un balzo del +9% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno e il motivo di questa impennata è facile da immaginare: durante il lockdown, tutte le attività – dalla scuola al lavoro – si sono spostate online e chi non aveva un computer ha dovuto procurarsene uno.

La maggior parte delle persone ha acquistato computer portatili: le spedizioni di notebook e workstation mobili sono aumentate del 24%, mentre le vendite di computer fissi (normali e workstation) sono calate del 26%.

Questi dati provengono dall’analisi di Canalys, che ha stimato anche una classifica delle aziende che hanno venduto di più: secondo la famosa società di analisi in cima al podio ci sarebbe HP (+17,5% rispetto al Q2 201), che avrebbe scalzato di poco Lenovo (+7%). Seguono Dell (+3,4%), Apple (+13,1%), Acer (+21%) e tutti gli altri.

Altre aziende di analisi come la famosissima Gartner ci vanno più caute con i numeri, , ma registrano una situazione tutto sommato piuttosto simile (anche se non riscontrano il sorpasso di HP su Lenovo). Di seguito potete dare un’occhiata alla classifica stilata da Gartner relativa a questo Q2 2020.

A guidare le vendite sono stati gli USA e, soprattutto, l’area EMEA (Europe, Middle East, and Africa), tra i luoghi più colpidi dal lockdown, dove il secondo trimestre di quest’anno è stato segnato da didattica a distanza e smart working.

Aggiornamento

Abbiamo parlato della notizia anche nel nostro podcast, SmartWorld News

Ascolta “10/07 – Beta pubblica iOS 14, multitasking Android e mercato PC” su Spreaker.

Fonte: Canalys, Gartner (via 9to5Mac)