Ecco l'OLED cutaneo di Samsung: la tecnologia diventa la nostra seconda pelle (foto)

Ecco l'OLED cutaneo di Samsung: la tecnologia diventa la nostra seconda pelle (foto)
Vincenzo Ronca
Vincenzo Ronca

È innegabile che Samsung sia uno dei produttori tecnologici maggiormente attivi a livello mondiale su tutti i fronti. Quello di cui vi stiamo per parlare è una prova concreta di questa considerazione. Andiamo a scoprire insieme l'OLED cutaneo di Samsung.

Quello che vedete in galleria è un prototipo che rappresenta la nuova frontiera realizzata da Samsung: si tratta di un materiale in grado di integrare sensori e componenti hardware, ma anche in grado di essere estensibile e pertanto adattarsi ai movimenti dell'utente che lo indossa.

Pertanto, ci troviamo di fronte a una tecnologia che renderà i dispositivi elettronici davvero indossabili, perché potremo applicare i dispositivi sulla nostra pelle con il vantaggio che questi saranno totalmente solidali con i nostri movimenti.

Il prototipo che vediamo nelle immagini in galleria è stato sviluppato nell'ambito biomedico e permette di monitorare la frequenza cardiaca dell'utente in tempo reale. I ricercatori di Samsung hanno riferito che la tecnologia ha permesso di rilevare un segnale, dal quale poi è stato estratta la frequenza cardiaca, migliore di 2,4 volte in termini di qualità rispetto a quello che si può registrare con i sensori standard.

Inoltre, il materiale estensibile sviluppato da Samsung promette di essere duraturo nel tempo.

Il prototipo in questione, sebbene non sia una soluzione definitiva per il mercato, è stato esteso per almeno 1.000 volte conservando le sue proprietà elastiche.

La tecnologia mostrata da Samsung consiste in un particolare OLED, e questo suggerisce che in futuro vedremo display dei dispositivi estensibili ed elastici, sempre più compatibili con il concetto di dispositivi indossabili. Se volete saperne di più sulla ricerca presentata da Samsung potete far riferimento al paper pubblicato sul lavoro.

Via: The Verge

Commenta