M1 Ultra punta anche a detronizzare la RTX 3090 di NVIDIA

M1 Ultra punta anche a detronizzare la RTX 3090 di NVIDIA
Vito Laminafra
Vito Laminafra

L'ultimo chip arrivato in casa Apple è M1 Ultra, presentato durante l'evento dell'8 marzo: il SoC, creato a partire dall'unione di due chip M1 Max, punta a sfidare anche NVIDIA e la sua RTX 3090, la scheda video attualmente più potente sul mercato (nell'attesa di RTX 3090 Ti).

Grazie alla tecnologia UltraFusion, i due chip che formano M1 Ultra sono visti dal sistema come se fossero un unico chip, così come anche la GPU: quest'ultima, in particolare, ha una potenza praticamente doppia rispetto a quella di M1 Max, per via dei 2,5 TB/s di larghezza di banda tra i due chip M1 Max.

Tecnologie simili di collegamento tra due diverse GPU le abbiamo già viste ad esempio con NVLink di NVIDIA, ma c'è una differenza tra l'implementazione nativa di M1 Ultra e quella di NVIDIA: le applicazioni infatti, per sfruttare a pieno due GPU collegate tramite NVLink, devono essere compatibili con la tecnologia, mentre con M1 Ultra non c'è bisogno di nessun aggiornamento, rendendo dunque molto più facile la vita degli utenti che necessitano "semplicemente" di potenza bruta.

In ogni caso, bisognerà vedere se quanto detto da Apple si riflette nei risultati dei benchmark: l'azienda di Cupertino infatti ha già fatto dichiarazioni simili paragonando M1 Max a RTX 3080, ma poi i risultati nella vita reale erano abbastanza misti e non sempre vedevano M1 Max vincitore.

Via: The Verge
Mostra i commenti