Manfrotto Advanced Gear Backpack M, la nostra prova del poliedrico zaino per fotografi (e non solo)

Lorenzo Delli

Manfrotto è una di quelle eccellenze italiane che, se siete anche solo minimamente appassionati di fotografia, videomaking o simili, avrete sicuramente sentito nominare. Manfrotto produce e commercializza supporti professionali di vario tipo indirizzati proprio al campo fotografico, tra cui treppiedi, attacchi per smartphone, faretti e zaini professionali. Ed è proprio su questi ultimi che ci vogliamo soffermare oggi.

Abbiamo avuto modo di provare con mano Manfrotto Advanced Gear Backpack M, uno dei tanti zaini realizzati appunto da Manfrotto pensati per un’utenza professionale o per chi, per lavoro o per svago, ha sempre lo zaino pieno di gadget tecnologici e accessori di vario tipo che non sa mai come riporre a modo. L’Advanced Gear Backpack M riesce a fare questo (ed altro) mantenendo le dimensioni compatte, in modo da non farci andare in giro con un carico di dimensioni esagerate.

La tasca principale non lascia adito a dubbi: tanti scomparti particolarmente profondi pensati per riporre più fotocamere, obiettivi e tutti gli accessori che vi vengono in mente. Essendo strutturato così, lo zaino di Manfrotto mantiene però fisse le sue dimensioni esterne. Con lo scopo di fornire quanto più spazio interno possibile e di proteggere nel migliore dei modi tutto ciò che trasportiamo, Advanced Gear Backpack M è quanto meno deformabile possibile. Le dimensioni sono comunque in linea con zaini più o meno compatti come il Jester di The North Face. Come si vede dall’immagine ci abbiamo riposto una reflex, una mirrorless (e un obiettivo aggiuntivo), una compatta, un paio di microfoni a cavo ed uno shotgun e un faretto.

Tornando a noi, nel titolo dell’articolo lo abbiamo definito poliedrico. Sì perché la disposizione degli scomparti che vedete nella foto sopra non è affatto definitiva. Ogni separatore può essere staccato e disposto a piacimento grazie ai vari stretch di cui sono dotati. Possono anche essere rimossi tutti in modo da avere un unico scomparto da utilizzare in tanti altri modi. Ad esempio lo abbiamo riempito con due laptop (uno da 15, l’altro da 13 pollici) e un iPad, separati tra loro dagli inserti rossi ancorati alla struttura dello zaino sempre grazie agli stretch.

Se lo volete usare come zaino porta PC avete comunque tante altre opzioni. Lo schienale nasconde una cerniera laterale che una volta aperta può ospitare un portatile da 15,3″: nel nostro caso ci abbiamo inserito con successo un XMG Fusion, anche se la tasca risulta un po’ “precisina”. C’è comunque anche una tasca frontale, davanti a quella più grande con i vari inserti, che può ospitare un portatile da 13″ (come un Matebook 13 di Huawei) e ovviamente vari modelli di iPad o tablet simili. Anche aprendo la cerniera dello scomparto più grande trovate una ulteriore tasca dove riporre ulteriori oggetti.

Insomma, se non si fosse capito, le tasche certo non gli mancano. A completare la dotazione ne troviamo altre due laterali (quella di sinistra ha anche un alloggiamento per borracce/ombrelli) e due cinghie poste sul lato destro per agganciare un treppiedi (o altri supporti simili).

Passando all’esterno, si nota come lo zaino di Manfrotto sia realizzato con tessuti piuttosto solidi. La sezione frontale, quella che ospita le due tasche principali, ha un rivestimento più gommato con anche degli inserti inferiori in fibra di carbonio. Sembra realizzato per resistere insomma. Già di suo dovrebbe risultare sufficientemente impermeabile (la descrizione afferma che si tratta di tessuto idrorepellente) ma in ogni caso insieme allo zaino è presente un impermeabile con cui rivestirlo, un accessorio molto comodo che spesso è necessario acquistare a parte.

Molto comodo lo schienale imbottito; viene definito da Manfrotto “schienale 3D ammortizzato”. Sullo schienale c’è una fascia elastica che vi permette di posizionare lo zaino sulla staffa di un trolley. Idem dicasi per gli spallacci, che vantano anche le cinghie da agganciare frontalmente in modo da scaricare ancora più uniformemente il peso. Il tutto inoltre risulta sufficientemente bilanciato. Qualche specifica “tecnica” prima di concludere.

  • Dimensioni esterne: 30 x 18,5 x 47 cm
  • Dimensioni scomparto interno grande: 29 x 13,5 x 39 cm
  • Dimensioni tasca frontale: 27 x 4 x 38,5 cm
  • Scomparto laptop: 29 x 2,5 x 40 cm
  • Peso: 1,2 kg

Veniamo infine al prezzo. Su Amazon è possibile acquistarlo a circa 94€, il prezzo di listino sarebbe però ben più alto (132€). Sicuramente un prezzo non alla portata di tutti, ma si tratta appunto di un prodotto pensato per un’utenza ben specifica che sa quanto può essere importante uno zaino comodo e soprattutto pieno di scomparti dove riporre quanti più accessori possibile.

Vi lasciamo con un po’ di foto dello zaino di Manfrotto. Se avete domande a riguardo vi aspettiamo nella sezione commenti!

Foto Manfrotto Advanced Gear Backpack M

Su alcuni dei link inseriti in questa pagina SmartWorld ha un’affiliazione ed ottiene una percentuale dei ricavi, tale affiliazione non fa variare il prezzo del prodotto acquistato.

  • DavideLolli97

    Mi è arrivato giusto ieri il Mover 50, ha molti pregi e molte mancanze secondo me e lo trovo veramente gigante, forse potrei cambiarlo con questo, mi sembra più studiato

    • Sì questo è compattino, ho uno zaino molto più grande (con gli spazi gestiti peggio). Il Mover 50 sulla carta ha svariati centimetri in più in tutte le dimensioni.