Il mercato dell’IoT raggiungerà quasi i 750 miliardi di dollari nel 2019 secondo IDC (foto)

Matteo Bottin

IDC, famosa società di analisi, ha studiato il mercato dell’Internet of Things (IoT) mondiale e ha fornito delle stime su come andrà questo 2019 e, con un po’ di lungimiranza, fino al 2022.

Secondo IDC, il mercato dell’IoT raggiungerà i 745 miliardi di dollari nel 2019, una cifra molto alta ma che corrisponde a “solo” un +15,4% rispetto lo scorso anno ($646 miliardi). La crescita poi sarà consistente fino al 2022, con incrementi a doppia cifra (percentuale) ad ogni anno. IDC si aspetta, proprio nel 2022, di veder superare i 1000 miliardi di dollari.

Dove si spenderà di più? Sicuramente non parliamo di domotica: i maggiori investitori saranno i settori industriali, a partire dall’assemblaggio di singoli prodotti ($119 miliardi), passando poi per il controllo del processo, trasporti e utenze (intesi come elettricità, gas, acqua, ecc.).

Ma anche il lato “consumer” farà la sua parte: $108 miliardi nel 2019. Non parliamo solo di domotica, ma anche di infotainment per auto e servizi per la persona.

Gli stati che più traineranno questa categoria di prodotti sono facili da indovinare: in testa troviamo Stati Uniti e Cina ($194 miliardi e $182 miliardi), seguiti da Giappone ($65,4 miliardi), Germania, Corea, Francia e Regno Unito. La maggiore crescita percentuale però si avrà in mercati più emergenti, come Messico, Colombia e Cile.

Fonte: IDC