Mirrorless o Reflex, quale scegliere? Il mercato ha la risposta giusta

Un'analisi approfondita sui dati di vendita delle fotocamere e sul rapporto tra Mirrorless e Reflex
Mirrorless o Reflex, quale scegliere? Il mercato ha la risposta giusta
Vezio Ceniccola
Vezio Ceniccola

Il mercato delle fotocamere digitali è in crisi. Nonostante le migliori fotocamere mirrorless siano molto interessanti, nel 2021 le vendite sono state basse, le più basse da decenni a questa parte, confermando una tendenza in discesa iniziata dopo il picco del 2010. Un segnale che non sorprende e che, anzi, diventa facilmente comprensibile se si sovrappongono le curve di vendita di smartphone e di fotocamere digitali: il miglioramento dei sensori inseriti all'interno degli smartphone ha reso sempre meno necessario l'acquisto di uno strumento dedicato alla fotografia, facendo perdere interesse per le fotocamere digitali alla maggior parte dei fotografi non professionisti.

La colpa, però, non è solo degli smartphone, ma anche di un sostanziale mutamento delle tecnologie e del mercato fotografico, che punta ormai decisamente verso le mirrorless e verso i prodotti professionali di fascia alta. Le fotocamere sta diventando un prodotto di nicchia? Uno strumento elitario dedicato solo ai professionisti della fotografia? Cerchiamo di scoprilo insieme dando un'occhiata ai numeri.

Il lento declino delle fotocamere

I dati più affidabili per capire il mercato dei dispositivi fotografici sono quelli rilasciati da CIPA (Camera & Imaging Products Association), un ente che raccoglie tutti i principali produttori di fotocamere (Canon, Nikon, Sony, Fujifilm, ecc.) e lenti (Sigma, Tamron, ecc.), oltre che una vastissima serie di partner. Potete consultare l'elenco completo dei membri a questo indirizzo.

Il 1° febbraio 2022 sono stati pubblicati i dati aggiornati al 31 dicembre 2021, con notizie non troppo positive per i produttori. Le spedizioni totali di fotocamere nel 2021 sono pari a 8.361.521 unità, con un ribasso pari al 5,9% rispetto all'anno precedente. Dando un'occhiata ai grafici che trovate in galleria, si possono notare due cose: le spedizioni nel 2021 sono state molto più stabili rispetto al 2019 e al 2020, ma non hanno subito la consueta impennata della seconda parte dell'anno, evidente negli anni precedenti; da gennaio a dicembre 2021 non si è mai registrato un mese con più di 1 milioni di unità spedite, anzi si è rimasti ben al di sotto.

Allargando la visuale ad un arco temporale più ampio, grazie all'infografica realizzata con i dati CIPA tra 1999 e 2020, si ottiene una conferma ancora più evidente di come il mercato delle fotocamere sia in difficoltà da anni ormai. I dati del 2020 e del 2021 sono inferiori a quelli di quasi due decenni precedenti, addirittura più bassi dei 10 milioni di spedizioni registrati nel 2000. Dopo il picco registrato tra 2008 e 2010, la discesa è stata ripida e inarrestabile, con una piccola ripresa solo tra 2016 e 2017.

Il boom del valore delle mirrorless

C'è solo un dato che va in controtendenza rispetto a tutti quelli citati sinora, ed è quello relativo alle vendite di fotocamere mirrorless. Se Sony è stata la prima grande azienda a puntare tutto sulle mirrorless, negli ultimi anni tutti hanno seguito il suo esempio concentrandosi su questo segmento di mercato. Attenzione però a prendere i dati nel verso giusto: in questo caso non parliamo di unità spedite, ma di valore di mercato.

Le spedizioni di mirrorless sono rimaste relativamente stabili nel corso degli anni – mentre quelle di reflex sono crollate – ma il prezzo medio si è alzato molto, facendo aumentare anche i ricavi dei produttori. Una recente analisi di PetaPixel, di cui riportiamo a seguire qualche grafico, ha parlato di una sorta di "boom" per i ricavi derivanti dalla vendita di mirrorless, che non sono mai stati così alti prima d'ora.

Le vendite di mirrorless hanno prodotto risultati sorprendenti negli ultimi anni. Dopo il soprasso alle reflex registrato nel 2018, il valore di mercato è salito ad oltre 325 miliardi di Yen nel 2021 (+31% in un anno), che sono circa 2,47 miliardi di euro al cambio. Questo valore è pari al 66% dell'intero settore delle spedizioni di fotocamere digitali nel 2021: in parole semplici, le mirrorless sono ora il segmento più redditizio per chi produce prodotti per la fotografia.

Se a parità di unità vendute il valore aumenta, significa che aumenta anche il prezzo dei prodotti che i clienti acquistano. Proprio questo è il dato più curioso nella nostra analisi: a quanto pare, gli utenti sono sempre più interessati alle mirrorless di fascia alta, soprattutto quelle con sensore Full Frame.

Un mercato di nicchia

Le prospettive per il 2022 e per gli anni a venire sono incoraggianti. Il miglioramento della situazione pandemica (si spera) e il lancio di nuovi modelli potrebbe dare un ulteriore impulso al mercato delle mirrorless, aumentando ancora i profitti e probabilmente anche le unità vendute.

Negli ultimi mesi dello scorso anno sono state lanciate alcune delle mirrorless Full Frame più interessanti mai arrivate sul mercato, come la Sony A7 IV, la Canon R3 e la Nikon Z9. Nei prossimi mesi potrebbero arrivare nuovi modelli top gamma di Canon, ma anche alcuni prodotti basati su sensore APS-C (Fujifilm) e Micro Quattro Terzi (ci aspettiamo a breve il lancio dell'attesissima Panasonic Lumix GH6).

Rimane comunque aperta la questione della base d'utenza, che non sembra più molto ampia come in passato. Tutti i prodotti citati sono modelli professionali, che costano diverse migliaia di euro. Sono riservati a quella nicchia di utenti che ha un buon grado di esperienza e capacità d'utilizzo, non si rivolgono alla clientela mainstream.

Per questo, come dicevamo all'inizio, il mercato delle fotocamere digitali potrebbe diventare sempre più elitario nel futuro prossimo. Le mirrorless potrebbero essere uno strumento interessante o necessario solo per chi vuole farne un uso professionale o artistico. Per tutti gli altri basterà il comparto fotografico del proprio smartphone: da questo punto di vista si sono fatti enormi passi in avanti negli anni più recenti, ed ora anche gli smartphone entry-level riescono a catturare scatti di buona qualità, perfettamente utilizzabili per i bisogni più comuni (social, foto ricordo).

Abbiamo parlato dello scontro tra smartphone e fotocamere in una puntata del nostro podcast, potete ascoltarla dal player che vi lasciamo a seguire.

Bisogna comprare una mirrorless?

I dati parlano chiaro: l'epoca delle reflex sta finendo, quella delle mirrorless è appena cominciata. Se volete comprare una nuova fotocamera in questo momento, il consiglio è quello di andare direttamente su una mirrorless di fascia medio-alta, lasciando da parte sia le reflex che le mirrorless entry-level.

Per qualche consiglio più specifico, abbiamo realizzato un video che è una vera e propria guida all'acquisto per le migliori mirrorless del momento. Ci sono tutti i modelli più interessanti con prezzi e caratteristiche da tenere d'occhio.

Fonte: CIPA
Mostra i commenti