Echo vs. Home: la battaglia delle festività natalizie l’ha vinta Amazon, ma Google punta a vincere la guerra

Edoardo Carlo Ceretti Apple arranca ad ampia distanza, ma per ora non sembra aver puntato forte in un settore complessivamente in rapida crescita.

Strategy Analytics ha diffuso i dati relativi all’interessante report sulle spedizioni di smart speaker nell’ultimo trimestre del 2018, coincidente con le festività natalizie. Com’era prevedibile, l’intero settore ha goduto di una vera impennata, frutto dello status di perfetto regalo di Natale che gli smart speaker hanno assunto di recente, anche grazie alle tante promozioni che si sono susseguite. I rapporti di forza tra i grandi rivali del settore si sono consolidati, con Amazon e Google a farla da padroni, ma le sorti future sono tutt’altro che già scritte.

Amazon infatti è stata il vero pioniere del settore e tuttora gode del vantaggio che si è costruita negli anni, consolidando il suo primato, forte di 13,7 milioni di Echo spediti (quasi il doppio rispetto al trimestre precedente, 91% di crescita), che le garantiscono il 35,5% delle quote di mercato complessive.

LEGGI ANCHE: Quale Alexa comprare? Una guida all’acquisto fra i vari Amazon Echo

Non sta affatto a guardare Big G, che prosegue nella sua risalita, mettendo nel mirino il primato del grande rivale. I Google Home spediti nell’ultimo trimestre del 2018 sono stati 11,5 milioni, per una crescita del 123% rispetto ai tre mesi precedenti e un market share del 30% tondo tondo. Nel 2019 vedremo l’atteso sorpasso?

Dietro i due colossi però, il vuoto: al terzo posto c’è Alibaba, con 2,8 milioni di smart speaker spediti (7,3% delle quote totali, +30% rispetto al trimestre precedente), mentre Xiaomi è quinta (1,8 milioni, 4,6% di market share), sopravanzata anche da Baidu. Solo sesta Apple, che ha spedito 1,6 milioni di HomePod, il suo unico e costosissimo smart speaker.

Via: Android Headlines