Microsoft e IBM licenziano in Russia

Microsoft e IBM licenziano in Russia
Antonio Lepore
Antonio Lepore

Microsoft ed IBM stanno ridimensionando in maniera significativa le proprie attività in Russia. Tutto ciò significa che diverse centinaia di dipendenti sarebbero stati o saranno licenziati.

Procedendo con ordine, Bloomberg News ha rivelato che Microsoft sta licenziando 400 dipendenti, così come ha spiegato un portavoce della società a Bloomberg: "Come risultato delle modifiche alle prospettive economiche e dell'impatto sulla nostra attività in Russia, abbiamo preso la decisione di ridurre notevolmente le nostre operazioni in Russia".

Anche IBM starebbe procedendo allo stesso modo di Microsoft. Difatti, il CEO della società, Arvind Krishna, ha affermato che l'azienda lascerà la Russia dopo l'invasione dell'Ucraina: "Poiché le conseguenze della guerra continuano ad aumentare e l'incertezza sulle sue ramificazioni a lungo termine cresce, abbiamo preso la decisione di procedere a una liquidazione ordinata degli affari di IBM in Russia. Consideriamo che questa mossa sia giusta e necessaria ", ha detto Krishna.

"Questo processo inizierà oggi e comporterà la separazione della nostra forza lavoro locale – ha continuato Krishna - i nostri colleghi in Russia, non per colpa loro, hanno sopportato mesi di stress e incertezza. Riconosciamo che questa notizia è difficile e voglio assicurarli che IBM continuerà a sostenerli e ad adottare tutte le misure ragionevoli per fornire a loro il massimo supporto".

Via: TheVerge
Fonte: Bloomberg, GizModo
Mostra i commenti