Le 10 migliori app per fare videochiamate di gruppo

Emanuele Cisotti -

Ci sono tanti ottimi strumenti per fare conference call di gruppo di lavoro. Molti di questi sono ottimi strumenti anche per chiamare parenti e amici lontani. Ma ci sono veramente tante app e software che possono permettervi di videochiamare amici e parenti che non potete aver modo di vedere fisicamente. In questa lista analizzeremo le 10 migliori app gratis e programmi (PC o web) per fare videochiamate di gruppo. Non ci limiteremo quindi alle sole app per smartphone, ma valuteremo anche programmi per Windows/macOS o strumenti che funzionano bene anche tramite un semplice browser (come Chrome o Firefox).

Iniziamo questa lista delle 10 migliori app per videochiamate di gruppo gratis. Non è una classifica, ma una lista. Pertanto non è detto che la vostra app non sia proprio in fondo.

Lista migliori app per videochiamate di gruppo:

Aggiornamento26/03/2020

Aggiornato con alcuni chiarimenti e qualche altro consiglio.

Aggiornamento07/05/2020

Abbiamo aggiornato questo post con due nuove app e delle novità per WhatsApp.

Migliori app per fare videochiamate di gruppo

Facetime

Se voi e le persone che volete videochiamare hanno tutte dispositivi Apple la risposta dovreste in teoria già conoscerla. Chiamare fra Macbook, iPhone e iPad è di una semplicità disarmante se sfruttate il tool che Apple preinstalla nei vostri dispositivi. Si chiama FaceTime e raggruppa in automatico tutti i contatti della vostra rubrica che hanno un account Apple registrato. Supporta fino a 32 persone in contemporanea. Se non dovesse funzionare controllate di non averlo disattivato da Impostazioni > FaceTime. Un paio di chicche molto simpatiche: durante una chiamate in FaceTime potrete sostituire il vostro volto con un MeMoji, oppure scattare una foto animata che ritroverete in galleria.

  • Download: preinstallato su iOS/iPadOS/macOS

Duo

L’alternativa più simile a FaceTime che ci sentiamo di consigliare è sicuramente Google Duo. È preinstallata su tutti gli smartphone Android degli ultimi anni, ma finché non viene aperta e configurata non è automaticamente attiva. Ovviamente è disponibile anche per iPhone. È semplicissima e basta toccare sul nome da chiamare per avviare la chiamata. Funziona in modo sorprendente buono, ed è disponibile anche su browser per PC anche se con qualche funzione in meno (per esempio non è possibile fare chiamate di gruppo). È possibile fare videochiamate di gruppo fino a 8 persone, ma non potete aggiungere interlocutori una volta che la chiamata è avviata. Se avete un Pixel potete anche applicare effetti in realtà aumentata, mentre in ogni caso potrete mandare dei videomessaggi buffi che durano 24 ore.

  • Download: Android / iOS / versione web
  • Come avviare la videochiamata: basta aprire l’app e toccare il nome/volto di chi si vuole chiamare.

WhatsApp

Non possiamo non citare poi WhatsApp, l’applicazione che ragionevolmente avete già installato (e utilizzato) nel vostro smartphone. Supporta chiamate fino a 8 persone e in molti casi è l’opzione più semplice per chiamare persone o amici che non hanno voglia o capacità di cambiare programma. Una volta avviata la videochiamata è possibile aggiungere altre persone premendo su un semplice bottone e arrivare quindi fino a 8. Il limite fino a poche settimane fa era di 4 ma l’azienda ha raddoppiato questo valore.. La videochiamata non è disponibile nella versione web dell’app.

  • Download: Android / iOS
  • Come si avvia una chiamata: fate tap sulla prima persona e premete sulla videocamera. Una volta in chiamata potete aggiungere altre presone premendo sul +

Skype

Se pensiamo ad un app per chiamare e videochiamare amici e parenti è possibile che la prima che vi sia venuta in mente sia Skype. Ancor prima che tutti gli altri contendenti nella lista anche solo esistessero Skype permetteva già di fare videochiamate di gruppo. Supporta fino a 50 persone, anche se ne mostra in contemporanea solo 4. All’aumentare del numero dei connessi la qualità soffre un po’ ma indubbiamente è un software potente e sopratutto disponibile per tutte le piattaforme. Per Windows consigliamo di installare la versione standard e non quella integrata con Windows. Una volta creata una chiamata si può anche inviare un link agli amici che non hanno il programma affinché possano connettersi via browser.

Zoom

Un contendente molto “temibile” di Skype e molto utilizzato nel mondo business è sicuramente Zoom. Ma perché citarlo qui? Beh, perché oltre a permettere di connettere fino a 100 persone (wow!) è anche l’unico che permette di affiancare tutte le persone nella stessa schermata, senza mostrare solo 4 persone per volta come fanno Meet o Skype. Questo vale comunque solo per la versione desktop (su mobile ovviamente si vedranno meno riquadri). Anche con Zoom è possibile creare un link da inviare a chi non ha il programma per collegarsi dal web e proprio come Skype e Meet permette di condividere lo schermo. Unico limite della versione gratuita è che le singole chiamate durano al massimo 40 minuti.

Facebook Rooms

Facebook ha da pochissimo lanciato un nuovo servizio per creare videochiamate direttamente da Facebook e dalla sua app di chat. Si chiama Facebook Rooms e permette di fatto di creare delle sorte di stanze in cui invitare gli amici. In questo caso si tratta di stanze sempre aperte e tematiche, fino ad un massimo di 50 persone. Non quindi la classica videochiamata forse, ma sicuramente un buon moto per fare una riunione di gruppo senza impiegare più di pochi click.

Houseparty

Dopo aver parlato di alcuni mostri sacri delle videochiamate di gruppo passiamo a qualcosa di moderno, giovane e fresco. Parliamo di Houseparty: un’app che permette di fare rapide videochiamate con agli amici fino ad un massimo di 8 persone (tutte nella stessa schermata). Sono disponibili dei minigiochi e le videochiamate sono pubbliche (fra i vostri amici). Se non volete che qualcun altro si unisca quindi dovrete necessariamente bloccare la videochiamata con l’apposita voce. Simpatico il fatto che quando le persone in chat sono solo due lo schermo sia diviso perfettamente a metà. Necessita di registrazione.

Hangouts / Meet

Proseguiamo con una delle app che vengono solitamente utilizzate in ambito lavorativo (in versione Meet) ma che possono benissimo reggere allo scopo anche in una videochiamata da aperitivo fra amici e parenti. La sua migliore incarnazione è indubbiamente la versione da browser. Hangouts di Google è quindi perfetto per fare videochiamate dal vostro portatile. Nella versione Meet è l’unico altro servizio (oltre Zoom) a supportare fino a 100 persone, anche se verranno mostrare solo le 4 che hanno parlato più di recente. Meet è sicuramente più completa e da qualche settimane è stata resa disponibile anche per gli utenti possessori di un classico account GMail e non solo G Suite. In quella per tutti arriva invece fino a 25. Hangouts è molto comodo perché basta un account Google per creare la videochiamata e poi chiunque potrà accedere dal link che viene generato. Se però cercavate un servizio da smartphone, meglio andare verso un’altra opzione.

Teams

Anche il software di Microsoft, ovvero Microsoft Teams è gettonatissimo. Non è un software nativo per le videochiamate, visto che ha tante altre funzioni integrate, come condivisione file e chat. Non consiglieremo forse di installarlo a tutti i vostri famigliari e parenti perché è un po’ più “ampio” come software, ma se per lavoro o studio lo aveste già installato ricordatevi che niente di vieta di chiamare i vostri colleghi per una birra virtuale anche con questo strumento.

Messenger

Non entreremo troppo nel dettaglio di questo software, ma stiamo ovviamente parlando di Facebook Messenger. Non è il più completo ma ha un vantaggio enorme: avere al suo attivo già probabilmente molti degli amici e dei parenti che vorreste videochiamare.

 Instagram

Chiudiamo con un altro strumento che forse non ricordavate potesse fare videochiamate e che invece avete probabilmente installato all’interno del vostro smartphone. Non è decisamente la nostra prima scelta, ma anche qui il punto a suo favore è che è possibile che la persona che vogliate videochiamare abbia già questo software configurato nello smartphone.

Altre app bonus

In questi giorni abbiamo avuto modo di testare vari sistemi di videochiamata e quindi aggiorniamo l’articolo riportando qualche altra app che potreste voler testare. Fra tutte vale la pena porre l’accento su Jitsi. Si tratta di un progetto basato sullo standard WebRTC e che permette varie funzionalità diverse. A noi interessa quella Meet che permette appunto di fare videochiamate fra gruppi fino a 50 persone e non solo è gratuito ma è anche open source. È disponibile per praticamente qualsiasi piattaforma e permette funzionalità come la condivisione dello schermo o il salvataggio della videoconferenza in un file su Dropbox. Interessante anche la possibilità di avviare uno streaming live su YouTube. È importante ricordarsi però di impostare una password se non si vuole che estranei possano entrare nella vostra videocall.

Altre applicazioni per smartphone che invece permettono di fare videochiamate sono Viber e Signal. Quest’ultima garantisce un’ottima qualità e il massimo della sicurezza ma esula un po’ da questa lista perché permette di fare chiamate di gruppo ma solo 2 persone alla volta. Fra gli outsider segnaliamo anche JustCall che permette chiamate fra dispositivi mobili fino a 16 persone, WeChat fino a 9 persone e Oovoo fino a 12 persone, ma solo su Android.

Qualche consiglio

Qualche consiglio per videochiamare i vostri amici. Sicuramente avere una buona connessione Wi-Fi è la cosa più importante, ma non l’unica. Le videochiamate infatti sono un tipo di traffico dati molto particolare. Non basta infatti che la vostra linea ADLS/fibra sia veloce, ma anche la connessione Wi-Fi con il router deve essere di qualità e senza interruzioni. Pertanto se avete due reti Wi-Fi una a 2,4 e una a 5 GHz, collegatevi alla seconda e ricordatevi in ogni caso di non allontanarvi troppo dal router.

In alternativa non è affatto sciocco disattivare il Wi-Fi per usare i dati. Se la connessione è stabile dovrebbe funzionare tutto bene e probabilmente avrete abbastanza GB per fare le vostre videochiamate senza problemi. Magari testate con una breve videochiamata e controllate quanti dati avete utilizzato.

Infine, so che può essere noioso, ma dotarsi di un paio di cuffie con microfono è la cosa migliore per evitare rumori non desiderati o audio di ritorno. Se non potete usare le cuffie ricordatevi di disattivare il microfono ogni qualvolta non parliate.

Grazie al gruppo Facebook per l’aiuto nello stilare questa lista.

Aggiornamento

Abbiamo parlato della notizia anche nel nostro podcast, SmartWorld News

Ascolta “16/03 – Xbox Series X, WindTre e Google Maps” su Spreaker.