Il Game Boy più piccolo di sempre è talmente minuscolo da poter stare al vostro portachiavi

Leonardo Banchi -

Oramai l’abbiamo capito: le versioni miniaturizzate delle vecchie consolle hanno il potere di scatenare nostalgia, affetto e incontenibile desiderio nei fan dei videogiochi di vecchia data. Se però pensavate che con il Nintendo Classic Mini e il mini Sega Mega Drive si fosse toccata la vetta più alta dell’amarcord è arrivato il momento di ricredervi: il Game Boy più piccolo di sempre è abbastanza piccolo da sembrare un portachiavi giocattolo!

Quest’opera di miniaturizzazione è il frutto del lavoro di Sprite_TM, partecipante dell’ultima conferenza Hackaday, che grazie alle proprie abilità di elettronica e programmazione è riuscito a realizzare una versione perfettamente funzionante di Game Boy di dimensioni davvero sorprendenti.

LEGGI ANCHE: Tutto su Nintendo Switch

L’unico compromesso a cui l’hacker ha dovuto arrendersi è la risoluzione dello schermo, ferma a un display da 96×64 pixel contro i 160×144 della consolle originale, ma per il resto la minuscola scocca stampata in 3D nasconde molte sorprese: a dar vita al dispositivo è infatti un chip ESP32, con speaker e WiFi incorporato per la trasmissione delle ROM, eseguite da una versione modificata dell’emulatore GNUboy.

Alla fine dei lavori, il minuscolo Game Boy si è rivelato capace di eseguire non solo i giochi della consolle originale, ma perfino Doom. Certo, per divertirvi con esso avrete bisogno di aguzzare la vista, ma se non vedete l’ora di costruirvene uno potete tenere sott’occhio il sito di Sprite_TM, dove verranno presto pubblicate tutte le istruzioni necessarie.

mini-game-boy

Via: TheVergeFonte: Hackaday