Minix Neo J50C-4 e Neo X39: mini PC alla massima potenza, Windows o Android che sia (foto e video)

Nicola Ligas

Minix ha portato diverse novità ad IFA 2018, in particolare nella categoria dei Mini PC. Da un lato abbiamo il Minix Neo J50C-4, con CPU Intel Gemini Lake, in grado di supportare output 4K@60Hz su tre monitor contemporaneamente. È inoltre pienamente espandibile, sia nella RAM (4 GB LPDDR4 di base) che nello storage (32 GB eMMC 5.1), grazie allo slot SATA M.2 presente; e tenete conto che la stessa Minix produce le opportune memorie di espansione, che possono essere acquistate anche in bundle. Inoltre, con il lancio di questo mini PC, debutta anche un telecomando pensato appositamente per sistemi Windows, che vi mostriamo nel video qui sotto. Prezzo di 300 dollari, con disponibilità a settembre.

Dall’altro lato abbiamo il box Android più potente che Minix abbia mai realizzato. Così potente che l’azienda quasi “se ne vergogna”, nel senso che non l’ha annunciato se non all’ultimo momento, e non prima di aver aggiornato a Nougat il precedente Minix U9-H, update in rollout proprio in questi giorni. Minix Neo X39 è infatti dotato di processore esa-core,4 GB di LPDDR4, 32 GB di eMMC 5.1, e supporto l’output contemporaneamente su due schermi a 4K@60Hz, via HDMI ed USB-C. Inoltre, per la prima volta, una delle 4 USB Type-A è di tipo 3.0, per una maggiore velocità. A cosa serva tanta “potenza” è difficile dirlo: magari a fare qualche gioco in più del normale, tenendo al contempo più app in memoria, ma sia chiaro che la certificazione Netflix è ancora un miraggio, pertanto dovrete accontentarvi dello streaming in 720p dal noto servizio. Prezzo di 180$ con disponibilità a metà ottobre, ma è Minix stessa a consigliare U9-H a meno che non sia l’utente stesso a volere qualche dettaglio hardware in più che ha questo Neo X39. Nota finale sul software: esce con Nougat, ma sarà aggiornato a Pie saltando Oreo, non chiedeteci però quando, perché è probabile che ne riparleremo il prossimo anno.

Due parole anche sui nuovi dongle USB-C, sia a filo che non, che vanno ad arricchirsi nel numero di porte a disposizione e restano come sempre un punto di riferimento per chi sia alla ricerca di accessori di questo tipo. Ve li mostriamo tutti nel video sottostante.

 

  • Emilio Groppetti

    lato aggiornamenti minix è pietosa: se proprio bisogna comprare i loro prodotti meglio rivolgersi a quelli windows che almeno sono supportati