Il controller per dispositivi smart di Nanoleaf è un dado a 12 facce luminose, perché… perché sì! (foto)

Edoardo Carlo Ceretti E lo potrete pure lanciare come un dado – ma se poi si rompe, sono problemi vostri.

Se vi siete gustati anche voi la nostra recensione dei Light Panels di Nanoleaf (se ve la foste persi, rimediate subito a questo link), vi sarà ormai ben chiaro che all’azienda canadese non vanno a genio i prodotti troppo tradizionali e minimali. Infatti, il modo – a dir poco fighissimo! – in cui hanno rivisitato il concetto di luci smart ce ne ha fatto subito innamorare. Ma si trattava soltanto dell’inizio.

Durante il CES 2018, Nanoleaf ha svelato un suo dispositivo per il controllo dei vari prodotti domotici che stanno iniziando a popolare le nostre abitazioni. Non solo quindi i Light Panels, ma anche altri dispositivi, con compatibilità garantita anche per Apple HomeKit. Tuttavia, nonostante il nome piuttosto anonimo affibbiatogli, Nanoleaf Remote è decisamente capace di attirare l’attenzione e di evitare il rischio di confondersi fra i mille modelli alternativi già disponibili.

LEGGI ANCHE: Nanoleaf Light Panels (Aurora) + Rhythm, la recensione

Si tratta infatti di un dodecaedro luminoso – ossia un poliedro composto da 12 facce – dotato di un metodo di controllo davvero creativo: gli utenti potranno infatti impostare 12 preset, che incontrino le esigenze di ciascuno, per poi attivarli disponendo verso l’alto una delle facce numerate, a cui è appunto legata l’azione desiderata. Se già così non fosse sufficientemente figo, è poi potenzialmente possibile utilizzarlo come un dado smart, lanciandolo su una superficie piana e aspettare l’attivazione del comando che casualmente verrà selezionato dalla sorte – tuttavia Nanoleaf non l’ha pensato per questo scopo, quindi se giocherete con eccessiva foga finendo per romperlo, la garanzia non coprirà i danni.

Infine, Nanoleaf ha presentato anche gli Square Light Panels, che differiscono da quelli che abbiamo recensito prettamente per la forma: non più triangolare infatti, ma quadrata. Inoltre, sarà possibile connettere fino a mille Square Light Panels insieme, dando vita a forme luminose personalizzate davvero di impatto. È anche presente la resistenza all’acqua, rendendoli ancora più versatili, perché impiegabili anche in cucina o nella stanza da bagno, senza alcun timore. Nanoleaf Remote dovrebbe arrivare sul mercato verso la fine della prossima primavera ad un prezzo di 50$, mentre disponibilità e prezzi di Square Light Panels sono ancora in via di definizione.

Via: Engadget