Nel codice di Fuchsia spunta Visalia: di cosa si tratta?

Matteo Bottin

All’interno del codice di Fuchsia abbiamo spesso trovato dei riferimenti a fantomatici dispositivi. Sherlock è uno di questi, e pure Home Hub inizialmente aveva al suo interno Fuchsia (d’altronde si tratta di un calderone per esperimenti, no?). Ora un nuovo dispositivo è spuntato, nome in codice “Visalia“.

Questo nuovo dispositivo, comparso qualche giorno fa nel commit di Fuchsia, dovrebbe essere dotato di 512 MB di RAM e un SoC AS370 creato da Synaptics. Insomma, non abbiamo troppi dettagli, ma potrebbero essere abbastanza per lanciare qualche ipotesi.

La serie AudioSmart AS3xx di Synaptics è stata presentata al CES 2019, e, in particolare, l’azienda si è focalizzata su AS371, SoC dedicato al riconoscimento vocale utile per i dispositivi smart casalinghi. Se AS370 dovesse essere solo una mera variante di AS371, potremmo aver di fronte un nuovo dispositivo casalingo, sulla falsa riga dei Google Home.

LEGGI ANCHE: Huawei apre un sito in Germania per rispondere in prima persona ai rumor relativi al ban USA

Abbiamo poi un altro indizio: tutti i dispositivi Home di Google (tranne i Nest Hub) sono stati equipaggiati con SoC creati da Marvell. Quest’ultima, nel 2017, è stata acquisita da Synaptics. Dunque, alla fine, si parla della stessa azienda, e, quindi, non è difficile credere che Google stia sviluppando lo stesso tipo di prodotto.

Via: 9to5GoogleFonte: Fuchsia