Netflix in 4K su Mac limitato ai modelli con il chip Apple T2

Federica Papagni -

Quest’autunno i MacBook riceveranno la nuova versione di macOS avente come nome in codice Big Sur, che tra le sue molte novità consentirà ai consumatori di poter guardare i contenuti Netflix 4K HDR. Però, ebbene sì c’è un però, non tutti i Mac la supporteranno. Nella fattispecie è stato scoperto che solo i Mac 2018 o successivi con chip di sicurezza T2 di Apple potranno godere di questi spettacoli in alta definizione.

Questo significa che i modelli precedenti al 2018 in teoria potrebbero riprodurre i contenuti in 4K, nella pratica non saranno in grado di farlo. Non è chiaro il motivo per cui è richiesto il chip di sicurezza T2: sia Netflix che Apple non hanno dichiarato nulla in merito. In via del tutto ipotetica, quel chip sarebbe capace di gestire meglio questo tipo di risoluzione perché funge da co-processore, dal momento che ha una potenza di elaborazione video incorporata che include il supporto per il codec HEVC. Inoltre, secondo quanto affermato da Apple, il chip T2 “rende la transcodifica video HEVC fino a due volte più veloce della generazione precedente”.

LEGGI ANCHE: Tutti i dettagli su Amazon Prime Day 2020

Di seguito riportiamo l’elenco dei Mac che supportano tale visione:

  • iMac (2020)
  • iMac Pro
  • Mac Pro (2019)
  • Mac mini (2018)
  • MacBook Air (2018 o successivo)
  • MacBook Pro (2018 o successivo)

Per guardare Netflix 4K gli utenti dovranno sottoscrivere un abbonamento mensile con il Piano Premium a 15,99€/mese e inoltre una volta ricevuto macOS Big Sur lo potranno fare solo da Safari. Le restrizioni però non esistono solo per i PC Apple, dal momento che anche chi utilizza una macchina Windows per poterne godere dovrà avere Windows 10 e utilizzare Microsoft Edge o l’app Netflix con un display compatibile con 4K e una buona potenza di CPU o GPU.

 

TROVA STREAMING

Via: The Verge