Giallozafferano lancia 15 NFT dei piatti italiani più amati al mondo

Giallozafferano lancia 15 NFT dei piatti italiani più amati al mondo
Nicola Ligas
Nicola Ligas

Giallozafferano, il food media brand più celebre in Italia, lancia oggi una esclusiva collezione di NFT con le ricette dei piatti italiani più amati al mondo, realizzate da chef di prim'ordine. I primi 4 NFT saranno disponibili a partire dal 31 maggio e saranno fimati da chef d'eccezione:

  • il Risotto alla Milanese, del pluristellato Alessandro Negrini
  • il Tiramisù tradizionale, di Frau Knam, e la versione speciale di Ernst Knam
  • la Pizza Margherita, del campione mondiale Davide Civitiello
  • la Carbonara, di Luciano Monosilio.

Ogni piatto è stato fotografato da Marianna Santoni, i cui scatti sono disponibili nella galleria a fine articolo, per poi essere trasformato in un NFT in edizione limitata.

Nel corso dell'anno arriveranno altre 11 ricette, per un totale di 15 NFT nel 2022: le orecchiette alle cime di rapa di Fabio Abbattista, la focaccia genovese di Ezio Rocchi, la parmigiana di melanzane di Daniele Rossi, le lasagne al ragù, l'amatriciana, il pesto, gli arancini, la fiorentina, la polenta,la pastiera ed il gelato. Nel 2023 la collezione sarà ulteriormente ampliata con altri piatti iconici della nostra tradizione.

Da sempre Giallozafferano è in prima linea nel cogliere le innovazioni offerte dal digitale e nel promuovere e rendere disponibile a tutti, in ogni forma, la cucina italiana, in un percorso di evoluzione continua. Siamo nati sul web, dando vita alla più grande community di foodblogger del Paese, abbiamo creato intorno ai social una fanbase di oltre 40 milioni di follower, diventando un punto di riferimento anche internazionale nel food, e oggi siamo la casa dei migliori food creator. Ora facciamo un passo in più, approdando nel Metaverso: un progetto importante con il quale ci mettiamo ancora una volta al servizio dell'autenticità e della promozione della grande cucina italiana nel mondo.

da Andrea Santagata, direttore generale di Mondadori Media

L'iniziativa è stata presentata con un evento speciale nel corso del quale Giallozafferano ha donato il primo NFT del Risotto allo Zafferano alla Veneranda Fabbrica del Duomo. La ricetta verrà custodita per sempre nel suo archivio, nel quale rappresenterà anche il primo non-fungible token dei seicento anni di storia dell'ente.

Ma non solo. Di ogni ricetta verranno infatti creati 99 esemplari, di cui 98 saranno acquistabili sul mercato attraverso la piattaforma Opensea al prezzo di 99 euro, contribuendo alle attività benefiche di Banco Alimentare. Per ogni ricetta verrà inoltre messo all'asta un NFT Special Edition al prezzo base di 5.000 euro: al possessore è riservato uno showcooking esclusivo con lo Chef autore del piatto negli studios di Giallozafferano e una cena privata per 4 persone.

Ogni NFT darà la possibilità di visionare la relativa ricetta (italiano e inglese), con un approfondimento sulla sua storia, e di partecipare ad una speciale Masterclass virtuale che si terrà a partire da settembre, in modo da apprendere al meglio tutti i segreti del piatto in questione direttamente dalle mani del suo chef.

Mostra i commenti