NVIDIA può trasformare in vostro cane in tanti gatti (video)

Roberto Artigiani

No, non è una pubblicità assurda, ma la presentazione della nuova tecnologia sviluppata da NVIDIA. Sfruttando tecniche di deep learning e Intelligenza Artificiale l’azienda è riuscita a creare un software in grado di trasformare un’immagine o un video, per esempio traslando una figura su un’altra o immaginando una situazione totalmente diversa da quella immortalata.

La tecnologia MUNIT – Multimodal Unsupervised Image-to-image Translation – è stata sviluppata da un team di 200 ricercatori sparsi in una dozzina di laboratori in giro per il mondo e fa affidamento sulle tecniche di apprendimento non assistito e GAN (Generative Adversarial Networks) per dotare una macchina di capacità d’immaginazione visiva. In poche parole il computer partendo dalla foto di una strada in pieno sole può costruire come la stessa appare in inverno durante una nevicata, durante una giornata piovosa o al tramonto.

In questo modo è possibile la trasformazione simultanea di un cane in più gatti che potete vedere nel video qui sotto. Il software riesce a distinguere infatti lo stile di un’immagine dal suo contenuto. Tornando al video quindi la posa (stile) è la medesima quello che cambia è la razza o le caratteristiche dei vari gatti (contenuto).

LEGGI ANCHE: L’editor avanzato dei video di Google Foto è arrivato su Android

Fin qui potrebbe sembrare una cosa già vista e che la novità sia piccola cosa. La traslazione di immagini infatti esiste da tempo, ma è possibile solo se si hanno foto dei diversi soggetti nella stessa identica posa, cosa non facile da ottenere. La potenza della tecnologia sviluppata da NVIDIA sta nel fatto proprio nel fatto che funziona anche senza.

MUNIT potrebbe diventare uno strumento utilissimo non solo per chi crea immagini (sviluppatori di videogiochi, videomaker, tecnici cinematografici), ma anche per lo sviluppo della guida autonoma, permettendo a un computer di valutare cosa succederebbe se la situazione fosse diversa da quella del momento.

Fonte: NVIDIA