Nvidia: dopo Volta, ecco Ampere. Una nuova architettura GPU per data center, AI e guida autonoma (foto)

Enrico Paccusse

Nvidia è conosciuta al pubblico prevalentemente per le schede grafiche, i chip dedicati al mining di criptovalute e la piattaforma di gioco Geforce Now. La nuova tecnologia di cui vi parliamo oggi, chiamata Ampere, sarà invece focalizzata su data center, veicoli a guida autonoma e intelligenza artificiale e pertano più rivolta ad un pubblico aziendale.

Il primo prodotto della serie, il chip A100, è votato a “data analytics, scientific computing e cloud graphics” e prenderà il posto di Volta, con una performance 20 volte superiore rispetto al V100, grazie a 54 miliardi di transistor, un processo produttivo a 7nm, Tensor Core di terza generazione e una GPU con supporto al multi-instance, ovvero la possibilità di funzionare con un massimo di 7 istanze indipenenti in qualsiasi momento.

LEGGI ANCHE: Volantino Unieuro, tagli fino al 50% e consegna gratis

Associato a questo primo nucleo ci sono una serie di prodotti correlati: Nvidia DGX A100 è un sistema di intelligenza artificiale con 5 petaflops e campi d’applicazione che variano dalla ricerca biomedica, al riconoscimento vocale fino a computer vision/machine learning.

Nvidia EGX A100 è un prodotto più piccolo, meno potente e più economico che potrà essere installato localmente per portare l’elaborazione dei dati con l’AI in tempo reale all’interno del dispositivo. E per finire, Nvidia ha annunciato la disponibilità del developer kit Jetson Xavier NX, corredato però da una scheda grafica Volta di vecchia generazione (caratteristiche tecniche complete qui sotto – prezzo di vendita: 399$).

Via: LiliputingFonte: Nvidia