Meta Quest 2 si mostra a nudo in un Teardown

Luigi Bianchi
Luigi Bianchi
Meta Quest 2 si mostra a nudo in un Teardown

Il nuovo Meta Quest 2, che ha cambiato nome di recente, nel caso ve lo foste perso, mostra la sua componentistica interna grazie ad iFixit. Il nuovo visore per la realtà virtuale è un vero concentrato di tecnologia, nel senso letterale nel termine: il Teardown evidenzia come ogni piccolo spazio venga utilizzato al fine di rendere il visore più compatto possibile e quindi poco ingombrante. L'azienda di Zuckerberg ci tiene molto a questo prodotto, difatti è un primo passo per il Metaverso che Meta ha intenzione di creare, investendo anche cifre astronomiche per la realizzazione di supercomputer adatti allo scopo.

L'Hardware che viene usato nel Quest 2 è il medesimo che ritroviamo in un classico smartphone, con ovvie eccezioni. Infatti, oltre a una scheda madre piuttosto contenuta, batteria e fotocamere per il tracciamento dell'ambiente, il visore è dotato di due "braccia" estensibili che fungono da altoparlante: un ottimo sistema per evitare l'ingombro di una cuffia in più, alleggerendo di conseguenza il carico sulla testa.

Le lenti sono di tipo Fresnel, un particolare tipo di lente che permette di avere una visione più ampia ed immersiva, con un peso ed uno spessore ridotto rispetto a quelle tradizionali.

I tecnici sembrano soddisfatti dalla facilità di riparazione, al netto delle clip metalliche un po' troppo facili da perdere, e della rimozione della batteria che risulta leggermente ostica. In caso foste cuoriosi su come sia costruito un Quest 2, di seguito lasciamo il video creato da iFixit.

Via: iFixit
Mostra i commenti