“OK Google” non funzionerà più su Chrome OS, ma ci potrebbe essere una ragione

Vezio Ceniccola

Google ha deciso di rimuovere l’attivazione vocale della ricerca tramite la frase “OK Google” su tutti i Chromebook. Tale rinuncia sarà concretizzata nei prossimi aggiornamenti del sistema, che disabiliteranno la funzione, ma per gli utenti affezionati ai comandi vocali non tutto è perduto.

Sebbene non ci siano motivazioni ufficiali fornite dall’azienda di Mountain View, una spiegazione ragionevole potrebbe essere data dalla nuova strategia per quanto rigurda l’integrazione con i vari dispositivi su cui girano sistemi Google. Pronunciare il comando “OK Google” potrebbe, infatti, far attivare contemporaneamente smartphone, tablet, Android TV, Google Home e tutti gli altri gadget che un utente potrebbe avere in casa o al lavoro.

Per questo, in previsione del possibile arrivo anche su Chrome OS del supporto a Google Assistant, è più probabile che sui Chromebook possano essere integrate soluzioni che non prevedono l’utilizzo della voce per attivare l’assistente, come potrebbero essere un tasto dedicato o le shortcut da tastiera.

LEGGI ANCHE: Google Instant non c’è più, ed è tutta colpa degli smartphone!

In questo modo, quando ci si trova al PC, basterebbe utilizzare i comandi “fisici” per richiamare la ricerca intelligente di Assistant, mentre l’attivazione vocale sarebbe esclusiva dello smartphone o degli altri dispositivi utilizzati.

Per ora non ci sono ancora conferme che tutto questo si possa concretizzare a breve. L’unica cosa certa è che  la relazione tra “OK Google” e Chorme OS è ormai finita, e bisognerà aspettare per capire cosa ci riserverà il futuro.

Via: NeowinFonte: Google