Panasonic ha impiegato 3 anni per fare questa potente mirrorless: ufficiale la DC-GH5

Cosimo Alfredo Pina Panasonic lancia tre nuove fotocamere: la superzoom FZ82, la piccola mirrorless DC-GX800, ma soprattutto l'ammiraglia DC-GH5

Ci siamo, a tre anni dal lancio dell’acclamata GH4, arriva l’attesa (e già anticipata) fotocamera Lumix DC-GH5, insieme anche alla nuova bridge FZ82 e alla mirrorless entry level DC-GX800. Della Lumix DC-GH5 sapevamo già molto, ma cogliamo l’occasione del lancio ufficiale di questi prodotti per fare il punto della situazione. A seguire quindi tutto quello da sapere su queste tre nuove fotocamere.

Panasonic Lumix DC-GH5: caratteristiche, uscita e prezzo

La nuova top gamma di Panasonic monta un sensore Quattro Terzi da 20,3 megapixel, senza filtro ottico passo basso. Il vero segreto di questa mirrorless (grande come una reflex) è però il Venus Engine, processore di immagine che promette migliorie a nitidezza, fedeltà dei colore e gestione del rumore. Il tutto con performance circa 1,3 volte superiori rispetto ai modelli attuali.

Il corpo è tropicalizzato ed alloggia il sistema di stabilizzazione a cinque assi (Dual IS 2) doppio slot per SD UHS-II e un mirino elettronico che poco ha da invidiare ai migliori ottici. Per le inquadrature più particolari c’è anche un display da 3,2″ completamente rotabile. La batteria dovrebbe reggere fino a 410 scatti.

LEGGI ANCHE: Canon presenta la PowerShot G9 X Mark II

La nuova versione del sistema Depth from Defocus AF offre 225 punti, selezionabili, e tempi di messa a fuoco nell’ordine degli 0,05 secondi. Con questa fornitura le raffiche raggiungono i 9 fps (12 fps con focus bloccato). Il comparto fotografico è quindi decisamente messo bene, ma chi conosce le Panasonic top gamma sa bene che sono pensate tanto per gli scatti singoli quanto per i video.

Qui la nuova DC-GH5 eccelle, almeno sulla carta, con riprese in 4K fino a 60 fps (8-bit 4:2:0) con bitrate fino a ben 150 Mbps, cifra che viene conservata anche per i 4K a 30/24 fps (10-bit 4:2:2). Ma non è tutto, con un aggiornamento in arrivo questo estate la cam potrà girare in DCI a 24 fps e UHD 30 fps a 400 Mbps, oppure a 1080 60 fps a 200 Mbps. Con lo stesso firmware saranno sbloccati anche HDR e 4K anamorfico.

Completa il tutto, oltre all’ormai scontato Wi-Fi, il supporto alle gamme colori V-LogL e “simil Rec. 709”, oltre che una modalità raffica 6K Photo che permette di estrapolare foto da 18 megapixel da filmati lunghi fino a 5 secondi. Tutto sommato niente male considerato che la Panasonic Lumix DC-GH5 sarà lanciata sul mercato (per ora sappiamo solo di quello USA) ad un prezzo di 1.999$, il prossimo marzo.

Panasonic Lumix FZ82: caratteristiche, uscita e prezzo

Di fianco alla GH5 anche questa bridge che nonostante il sensore da 1/2.3″ (18 megapixel) non rinuncia a qualche feature interessante. Primo fra tutti l’obiettivo, un 20-1200 mm f/2.8-5.9. Ci sono anche i video 4K a 30 fps, ma limitati a 15 minuti di durata. In compenso sono presenti le varie modalità di ripresa ed estrapolazione di foto da 8 megapixel (Post Focus, Focus Stacking e 4K Photo).

Presenti anche i video slowmo fino a 240 fps (alla misera risoluzione di 640 x 480), le raffiche a 10 fps. Il corpo è caratterizzato da un display da 3″ e il mirino è elettronico. Una bridge nella media, con il vantaggio (seppur limitato) del 4K e di un prezzo interessante. Negli USA arriverà a marzo per 399$.

Panasonic Lumix DC-GX800: caratteristiche, uscita e prezzo

Non solo ingombranti ammiraglie mirrorless, ma anche questa piccola entry level nata dalla fusione della vecchie linee GM e GF. La DC-GX800, nonostante le piccole dimensioni, integra un sensore Quattro Terzi da 16 megapixel e il nuovissimo processore Venus Engine, lo stesso dalla DC-GH5.

Con questa fornitura gira video anche in 4K ed integrala modalità 4K Photo (filmati da 5 secondi da cui estrapolare foto da 8 MP) Post Focus e Focus Stacking. Le raffiche raggiungono i 5,8 fps, ma occhio a non esagerare visto che la batteria è garantita per massimo 210 scatti.

Manca il mirino elettronico, ma c’è un display da 3″ touch e ribaltabile; assente anche la slitta per il flash esterno, ma all’occorrenza potete usare quello integrato a scomparsa. Una fornitura abbastanza completa, considerando che la GX800 viene lanciata a 549$ per il kit che include anche un obiettivo 12-32 f/3.5-5.6. Non ci sono notizie per l’Italia, ma negli USA arriverà già a febbraio.

Via: DPReview