Panasonic Lumix GX80: la mirrorless per il 4K si rinnova e costa meno

Panasonic Lumix GX80: la mirrorless per il 4K si rinnova e costa meno
Cosimo Alfredo Pina
Cosimo Alfredo Pina

Panasonic Lumix GX80 (GX85 negli USA) arriva come una versione più economica della GX8 lanciata l'anno scorso da cui eredita (e migliora) molto. Andiamo a vedere cosa ha da offrire questa mirrorless pensata anche per i video in 4K.

Dentro al corpo compatto, dalle linee molto convenzionali, la GX80 ospita un sensore da 16 MP, un Live MOS formato Four Thirds (4:3), affiancato da processore d'immagine Venus Engine. Questa fornitura permette alla fotocamera di scattare foto fino a 25.600 ISO con raffiche fino a 8 fps, ma soprattutto di fare a meno del filtro AA (il moiré è corretto digitalmente) per ridurre al minimo l'impatto sulla nitidezza.

 LEGGI ANCHE: Panasonic Lumix GX8 e FZ300: fotocamere diverse, ma votate al 4K

Sul lato video la GX80 permette di girare video fino a 4K a 30 fps, inquadrabili sia dallo schermo LCD orientabile, da 3" e 2764K di punti, sia dal mirino elettronico. A completare c'è flash a scomparsa, sistema di stabilizzazione Dual IS che promette il recupero di 4,5 stop e ovviamente la connettività Wi-Fi.

Un dispositivo sulla carta piuttosto interessante anche al fronte del prezzo (relativo all'offerta Panasonic). Si partirà, dal prossimo mese di giugno, da 699€ per il corpo macchina fino a 1.099€ per il kit che include lo zoom 14-140 mm.

Fonte: Engadget
Mostra i commenti