Apple si prepara al lancio del primo Macbook ARM e del prossimo iMac con scheda video proprietaria (foto)

Giovanni Bortolan - Chi fa da sé...

Qualche mese fa Apple comunicò al mondo l’intenzione di abbandonare i processori Intel in favore di una nuova linea di CPU prodotta in casa sotto il nome di Apple Silicon. Le prime stime parlavano di un iniziale lancio sul mercato verso la fine dell’anno in corso e, secondo le ultime indiscrezioni, le tempistiche sembrano porpio queste.

Le fonti più recenti infatti ci dicono che Apple ha in servo un nuovo Macbook da 12″ con a bordo proprio un processore ARM (come in codice “Tonga”, riconoscibile anche come A14X). L’abbinamento tra queste due caratteristiche — al netto della batteria, non ancora specificata — garantirebbe dalle 15 alle 20 ore di utilizzo, come specificato dalla fonte cinese:

“Secondo i fornitori di Apple, il produttore è in procinto di lanciare un Macbook con schermo Retina da 12″ verso la fine di quest’anno, utilizzando il processore A14X autoprodotto, in grado di supportare l’interfaccia USB-C, per un peso complessivo del dispositivo inferiore ad un kilogrammo. Per via dell’esigua richiesta di energia del processore, la batteria del Macbook durerà dalle 15 alle 20 ore. Lo stesso A14X verrà inoltre utilizzato nella prossima generazione di iPad Pro.”

Secondo Bloomberg l’A14X non sarà il solo processore ARM di Apple del futuro prossimo. Il colosso di Cupertino infatti avrebbe in programma ben tre CPU, tutte con processo produttivo a 5nm, da utilizzare non solo su Macbook e iPad ma anche sui prossimi iPhone. Tornando invece all’A14X, sono previsti 12 core (di cui 8 ad alte prestazioni e 4 ad alta efficienza energetica), mentre per le prossime generazioni, presumibilmente già dall’A15, i core potrebbero salire ulteriormente.

LEGGI ANCHE: Apple rimuove l’account di Epic Games dall’App Store: ecco l’infuocato scambio di comunicati

Le novità non finiscono qui. Al passo con i processori ARM, Apple avrebbe in programma di lanciare il prossimo iMac (vociferato per la metà del 2021) con una scheda grafica custom. Identificata dal nome in codice Lifuka, la GPU è destinata a fare coppia con uno dei futuri processori ARM Silicon, con l’obiettivo di raggiungere prestazioni per l’ennesima volta superiori.

Fonte: Macrumours (1), Macrumours (2)
  • Dj fefe

    Capisco che Apple sia un ecosistema a sé, e che questo sia il primo modello di MacBook con ARM.
    Ma sapere che lo stesso processore sarà destinato anche ad un iPad non mi rassicura.
    In più sono abbastanza convinto che lato software dovranno lavorare davvero molto con i vari sviluppatori per permettere un utilizzo uguale o migliore rispetto a come gli stessi software si comportino su macOS

    • Walter Antolini

      Spero che vengano destinati solo all’uso domestico, xchè prima che i software professionali supportino la CPU ARM passerà molto tempo.