Problemi al touchscreen per Tesla: l'azienda richiama oltre 130 mila vetture

Problemi al touchscreen per Tesla: l'azienda richiama oltre 130 mila vetture
Vito Laminafra
Vito Laminafra

Le automobili Tesla sono conosciute soprattutto per essere estremamente avanzate in termini di tecnologia: tutto quello che riguarda la vettura è controllabile dall'enorme schermo touchscreen. Sembrerebbe però che proprio questo strumento soffra di alcuni problemi.

Sotto richiesta di NHTSA, ente americano facente parte del Dipartimento dei Trasporti, Tesla si è vista costretta a richiamare ben 135 mila autovetture che potevano presentare problemi proprio allo schermo touch. In particolare, si tratta di Model S del 2012 e 2018 e Model X del 2016 e 2018. Il problema è da imputare al chip Tegra 3 che gestisce tutta la tecnologia dell'auto: se le memorie eMMC si usurano troppo, funzioni come la fotocamera posteriore o indicatori di direzione, oltre che il già citato touchsceen, potrebbero non funzionare al meglio.

Le autovetture saranno richiamate ufficialmente a partire dal 30 marzo di quest'anno, anche se era già possibile richiedere un tecnico per la riparazioni dei danni allo schermo già da novembre, in maniera del tutto gratuita. L'azienda di Elon Musk si è ovviamente mostrata poco entusiasta della decisione di NHTSA e assicura che i suoi chip sono di assoluta qualità e creati per durare per tutta la vita del veicolo.

Tesla non è nuova a questo genere di cose: già lo scorso anno si era vista costretta a richiamare un certo numero di Model X per problemi ai bulloni del servosterzo. Speriamo ad ogni modo che l'azienda sia ora più focalizzata su questi aspetti nello sviluppo dei nuovi veicoli, in modo da non dover ricorrere ad azioni di questo tipo anche in futuro.

Via: Engadget

Commenta