Problemi tra pagamenti contactless e cashback di stato? Vi spieghiamo il perché

Problemi tra pagamenti contactless e cashback di stato? Vi spieghiamo il perché
Filippo Morgante
Filippo Morgante

Dei numerosi problemi che hanno accompagnato queste prime settimane dell'iniziativa "Cashback di stato" alcuni sono stati sistemati, mentre altri rimangono tuttora irrisolti. Quest'ultimo è il caso del problema relativo al pagamento contactless. Diverse persone lamentano di aver effettuato pagamenti che rientravano tra quelli idonei a ricevere il cashback del 10% senza però vedersi accreditata alcuna somma di denaro. In molti di questi casi il problema è risultato essere proprio la modalità di pagamento.

L'errore non è da imputarsi a un malfunzionamento dell'app IO, ma piuttosto al pagamento contactless con le carte co-badge, ovvero quelle che riportano i loghi di due diversi circuiti di pagamento (per esempio PagoBANCOMAT e V-Pay). Questo fattore implica infatti la presenza di due distinti codici identificativi PAN nella stessa carta, che se è stata registrata su IO soltanto con la procedura relativa alle carte PagoBANCOMAT è probabile che l’acquisto sia escluso dal cashback perché addebitato dal POS sul secondo circuito (nel nostro esempio V-Pay, non registrato su IO).

Al momento, l'unico modo per risolvere il problema sembra essere quello di registrare due volte le carte co-badge, una per ogni circuito di pagamento. PagoPa ha annunciato che la versione aggiornata di IO in uscita a gennaio consentirà agli utenti di fare tutto con una registrazione sola. Se nel mentre volete evitare il problema, vi consigliamo di pagare inserendo fisicamente la carta nel POS, in modo tale da poter scegliere il circuito che preferite. Per chi invece non ha ancora aderito all'iniziativa, lasciamo di seguito i link per il download dell'app IO.

Via: ilpost

Commenta