I profili per bambini arrivano su Google TV (foto) (aggiornato)

Per ora si tratta di un'esclusiva per gli utenti statunitensi.
I profili per bambini arrivano su Google TV (foto) (aggiornato)
Vincenzo Ronca
Vincenzo Ronca

Google TV è una realtà che BigG ha lanciato ufficialmente senza troppi proclami insieme alla nuova Chromecast qualche mese fa. Nelle ultime ore Google ha annunciato un'ulteriore novità che riguarda da vicino gli utenti più piccoli.

Google TV si arricchisce ufficialmente dei profili per bambini. Tali profili utente permetteranno ai genitori di supervisionare e restringere i contenuti accessibili dai propri figli. La creazione di un profilo per bambini sarà relativamente semplice: si potrà creare un nuovo account dedicato in modo specifico al bambino oppure creare un nuovo profilo associato a un account già esistente.

I profili per bambini di Google TV permetteranno l'accesso a specifiche app e a specifici contenuti inclusi nel catalogo Google Play. Per tali profili sarà possibile personalizzare anche il tema e impostare dei limiti temporali di accensione dello schermo e degli orari per andare a dormire. Agli utenti dei profili bambino potrà essere ristretto lo switch del profilo tramite l'impostazione di un PIN. Il tutto sarà anche coordinato con l'app Family Link.

La novità che abbiamo appena descritto è stata ufficialmente annunciata per gli utenti statunitensi con Chromecast con Google TV.

Al momento non abbiamo informazioni su se e quando arriverà in Italia.

Aggiornamento 31/03/2021 ore 10:20

Aggiorniamo l'articolo con i nuovi dettagli relativi al profilo Bambino che Google TV sta ricevendo, principalmente negli Stati Uniti. Le nuove immagini in galleria mostrano il processo di configurazione del profilo Bambino, il quale prevede la possibilità di selezionare le singole app accessibili, il tema dell'interfaccia, le restrizioni in base alla durata della visione e l'accesso alla libreria di contenuti familiare.

Al momento non sappiamo quando la novità verrà distribuita anche in Italia.

Via: 9to5Google
Fonte: Google

Commenta