Project Loon e Wing vengono promossi uscendo da Google X ed entrando in Alphabet

Matteo Bottin

All’interno di Alphabet è presente la divisione Google X, pensata per sviluppare progetti sperimentali e innovativi. Tra questi progetti spuntavano Project Loon e Project Wing, ed entrambi hanno ricevuto una bella promozione, abbandonando la parte di nome “Project”, uscendo a Google X e entrando a far parte di Alphabet come nuove società controllate.

LEGGI ANCHE: Non lo credevate possibile ma adesso Google Chrome occupa più RAM di sempre

Loon (nata nel 2011) ha come obiettivo quello di portare la connettività internet in zone disagiate (o finora totalmente prive di connettività) tramite l’utilizzo di palloni aerostatici. Questi palloni, grandi come un campo da tennis e che possono durare fino a 100 giorni in aria, fungono praticamente da antenne che “sparano” la connettività LTE nella zona sotto di loro.

Il macchinario che prepara questi palloni riesce a lanciarne uno ogni 30 minuti. Per dare un’idea delle capacità della tecnologia, l’anno scorso è riuscita, in meno di un mese, a portare la connettività LTE agli abitanti di Porto Rico colpiti dagli uragani Irma e Maria.

Wing è invece un’azienda che sta sviluppando (dal 2012) sistemi di consegna tramite droni per l’invio rapido di beni. Oltre al “classico” mercato delle consegne, si parla anche dell’invio di oggetti di prima necessità in aree remote. Ovviamente, insieme a questi nuovi droni vengono sviluppati anche i sistemi di monitoraggio e gestione software.

All’interno di Google X rimangono ancora parecchi progetti attivi, e speriamo di vederne sviluppati molti altri nel futuro. Cosa vorreste vedere in uscita da Google X?

Via: 9to5Google