Il prossimo Kobo Forma si crede un Kindle Oasis: siete d’accordo? (foto)

Vincenzo Ronca

Oggi vi riportiamo nuovi dettagli sui piani futuri di Kobo, celebre azienda produttrice di lettori ebook, per i suoi prossimi dispositivi. Sembra che l’azienda abbia in programma un nuovo lettore, che curiosamente è molto simile a quello della sua concorrente Kindle.

La notizia giunge dall’account Twitter spagnolo di Kobo, il quale ha diffuso per errore un tweet (successivamente rimosso) relativo al design del nuovo dispositivo che l’azienda ha in mente di presentare, Kobo Forma. Il design, che potete osservare nell’immagine riportata in galleria, ci sembra molto simile a quello di Kindle Oasis. Ancora non sappiamo se condivideranno anche l’impermeabilità.

LEGGI ANCHE: Sony Xperia XZ3, la recensione

Stando a quanto trapelato dalla sua certificazione ottenuta alla FCC (riportata da Digital Reader), Kobo Forma dovrebbe integrare un modulo Wi-Fi ma non quello Bluetooth; cosa che lo escluderebbe dal candidarsi a nuovo lettore ebook per l’ascolto di audio-libri.

Al momento, non sono disponibili ulteriori informazioni sulla commercializzazione di questo dispositivo. Torneremo ad aggiornarvi appena ne sapremo di più.

Via: The Verge
  • Psyco98

    Questo formato non mi ha mai convinto: ingombra parecchio e rende molto meno immediata la lettura alternando due mani mentre magari fai altro.
    Si dovrebbe semmai pensare, a mio parere, si potrebbe puntare su una versione da 6″ a cornici ridotte, magari anche spesso (tanto andrebbe a sostituire un libro), così da essere tascabile ed avere un’ottima autonomia (perché ammettiamolo: i calcoli Amazon di autonomie che vanno per qualche settimana ma basati su gente che legge mezz’ora al giorno per tanta gente sono un po’ una presa in giro, se facendo un conto a ore si arriva a una misera ventina).
    Poi ottimo che si punti su vari formati, ma come i telefoni sono diventati solo grandi e questo mi irrita, non vorrei accadesse pure con gli e-reader, che sono nati per portarsi libri in giro senza ingombrare e rischiano di diventare anche peggio.