Quanti dubbi avete ancora sull'imminenza del lancio nel primo racing drone FPV di DJI? (foto)

Quanti dubbi avete ancora sull'imminenza del lancio nel primo racing drone FPV di DJI? (foto)
Roberto Artigiani
Roberto Artigiani

Noi pochi, per rispondere alla domanda del titolo. E da quello che possiamo vedere, dovrebbe essere praticamente ovvio anche per voi. Dopo che un primo unboxing video era apparso in Rete qualche giorno fa, oggi sono trapelate parecchie immagini e praticamente quasi tutti i dettagli tecnici del dispositivo, tanto che su Twitter c'è chi prende in giro la capacità di mantenere i segreti da parte dell'azienda (scorrete alla fine dell'articolo per trovare lo sberleffo).

La prima notizia era arrivata nel 2019 e ora anche il sito ufficiale si prepara ad alzare il velo sul primo drone FPV della casa.

Per la precisione l'appuntamento dichiarato nella pagina teaser è alle 15:00 del prossimo 2 marzo. In attesa che passi quest'ultima settimana possiamo intanto farci la bocca con i dettagli disponibili già da ora.

Il drone sarà il primo DJI pensato espressamente per l'uso con un visore FPV che permette un'esperienza assolutamente immersiva e, oltre ad avere la possibilità di scattare foto ed effettuare riprese, sarà dotato anche di una modalità da corsa.

Il dispositivo verrà lanciato inizialmente in pacchetto insieme al visore DJI FPV Googles 2 e al nuovo controller.

Passando agli aspetti tecnici, DJI FPV dovrebbe offrire fino a 20 minuti di autonomia grazie alla batteria da 2.000 mAh la cui ricarica completa prenderà meno di un'ora. La massima altezza raggiungibile sul livello del mare sarebbe definita a 6.000 metri con un raggio d'azione massimo di 10 km. Il sensore fotografico principale da 12 MP sarebbe montato su un sistema gimbal per la stabilizzazione e sarebbe in grado di catturare immagini in 4K @60 fps, mentre scendendo a 720p gli fps salirebbero a 120. L'intervallo ISO sarebbe di 100-12.800 con autofocus e stabilizzazione aggiuntiva.

DJI FPV Drone potrà sfruttare fino a 8 canali radio per la trasmissione, dettaglio che consentirà di partecipare a gare fino ad altrettanti partecipanti oppure di assistere in remoto fino a 7 spettatori dotati di altrettanti visori. In aggiunta alla modalità standard, si attende la presenza di una "modalità LED" che permetterà di guidare anche di notte.

Infine, per migliorare la qualità dell'output con l'aumentare della distanza il sistema abbasserà la qualità delle immagini nelle zone periferiche della vista per consentire una migliore resa dell'area centrale. L'unica cosa di cui davvero non sono trapelate informazioni a questo punto è il prezzo, mentre la disponibilità all'acquisto dovrebbe arrivare già dai primi di marzo.

Via: WinFuture
Fonte: DJI

Commenta