Quello di Xiaomi non è un “semplice” Cubo di Rubik, è molto, molto di più

Matteo Bottin

Xiaomi vuole rendere smart qualsiasi cosa. Oggi è il turno del famosissimo Cubo di Rubik. Se a prima vista abbiamo a che fare con un semplicissimo gadget anni ’70, all’interno troviamo molto di più: è un cubo smart, e non serve solamente per imparare a risolverlo.

Il punto di forza risiede in un sensore a 6 assi che cattura in automatico ogni rotazione e cambio di colore. In questo modo viene eseguita una sincronizzazione in tempo reale con uno smartphone collegato via Bluetooth (tramite un’app disponibile per Android e iOS).

L’applicazione permette di calcolare i passi migliori per risolvere il cubo e guidare l’utente al raggiungimento dello scopo. In più, al suo interno troviamo anche 9 livelli di difficoltà che permettono di allenare il pensiero spaziale del giocatore. Infine, è implementato anche un timer, perfetto per chi vuole testare le proprie capacità.

Vi sembra banale? Non vi abbiamo detto la cosa più interessante. Questo cubo di Rubik è compatibile anche con l’app MIJIA e può essere connesso a qualsiasi gadget domestico via Bluetooth. Grazie a questa connessione, è possibile controllare i dispositivi che abbiamo in casa grazie alle rotazioni del cubo.

LEGGI ANCHE: Recensione Xiaomi Mi Smart Sensor Set

Il cubo di Rubik di Xiaomi è attualmente in fase di crowdfunding su Mi Mall al prezzo di appena 79 yuan (10€). Un prezzo quasi irrisorio se si pensa alle funzionalità che lo accompagnano. Speriamo di vederlo al di fuori della Cina.

Via: GizmoChina
  • Psyco98

    Allora, in quanto cubo può interessare o meno, ma come “telecomando” dev’essere una figata. Poi uno deve avere un minimo di dimestichezza o rischia di non riuscire più a spegnere la luce hahahah

    • AleXvInChary

      Sembra strafigo, livelli di difficoltá e vari aiuti utili nel risolverlo.