RICOH GR III: presto la nuova compatta APS-C. Ecco le caratteristiche

Cosimo Alfredo Pina

In occasione di Photokina 2018 sono tanti gli annunci, ed anche RICOH ha qualcosa da dire. L’azienda svela infatti la RICOH GR III, terza iterazione dell’apprezzata compatta con sensore APS-C che però non arriverà sul mercato prima di “inizio 2019”.

Un’anticipazione che però già ci svela tutto quello che c’è da sapere. Il corpo dovrebbe restare invariato ma le novità non mancano. Il sensore è un CMOS da 24 megapixel e anche se il tipo obiettivo resta invariato, ossia un 28 mm fisso f/2,8, lo schema ottico è stato rivisto.

Presente la stabilizzazione del sensore, su 3 assi, che potrà essere usata anche per per foto “Pixel Shift” (visto sulle reflex Pentax), in cui vengono combinate più foto insieme, scattate spostando di poco il sensore tra una e l’altra.

LEGGI ANCHE: Migliori fotocamere, ecco quale scegliere

Forse grazie a questo accorgimento, ossia spostare la stabilizzazione dell’obiettivo al sensore, e alla tecnologia a rilevamento di fase l’autofocus della GR III sarà (molto) più veloce rispetto all’attuale modello. Niente video 4K, ma l’ormai classico 1080p a 60 fps, che è comunque meglio del 1080p a 30 fps della GR II.

Ulteriore feature inedite per la serie sono la presenza del touchscreen e una porta USB-C. Manca il Bluetooth, ma c’è comunque il Wi-Fi. Una gamma di APS-C da appena 257 grammi apprezzata già da tanti, soprattutto chi ama il reportage e la street photography.

Vedremo, quando inizieranno a girare i primi sample, di cosa sarà capace questa terza generazione.