Rinforzare l’idrogel sintetico con l’allenamento: secondo il MIT sarebbe possibile (foto)

Enrico Paccusse - Gli scienziati americani hanno dimostrato un aumento di tensione in seguito ad uno speciale allenamento

Siamo su SmartWorld, potete aspettarvi di tanto in tanto articoli che esulano dal mondo della tecnologia specifica per smartphone, pc e tablet e che tendono ad avere un taglio più olistico. Oggi parliamo di scienza, e di quella che potrebbe essere un’importante scoperta effettuata dagli scienziati del MIT.

Il protagonista dell’esperimento è un idrogel sintetico (in polivinilacetato, PVA), che si è comportato esattamente come i muscoli del nostro corpo sotto un’intensa sessione di allenamento in una vasca d’acqua. A seguito di ripetute contrazioni e stiramenti, le fibre di questo materiale hanno iniziato ad orientarsi in modo tale da offrire una maggiore resistenza.

LEGGI ANCHE: L’arte si fonde con la tecnologia con Xiaomi Mi ART TV

Dopo circa mille ripetizioni, l’idrogel è stato misurato 4,3 volte più forte del suo gemello “non allenato”, creando non poco ottimismo nel team che ci stava lavorando. In futuro, questo materiale potrebbe facilmente essere usato per valvole cardiache, sostituito alla cartilagine (ad oggi, insostituibile) e ai dischi intervertebrali. E chi più ne ha, più ne metta.

L’immagine qui sotto mostra che le fibre ordinate dell’idrogel allenato hanno una reazione molto simile a quella dei nostri muscoli in caso di un danno indotto artificialmente.

Via: EngadgetFonte: Phys