Ring arriva anche nelle auto: Amazon ha presentato Car Alarm, Car Cam e Car Connect. Ecco i dettagli

Federica Papagni -

Quella di ieri è stata una giornata di grandi presentazioni per Amazon. Nel corso del suo evento infatti molti prodotti hanno condiviso la scena, dalla nuova linea di dispositivi Echo alla Fire TV Stick Lite e Fire TV Cube, fino ad arrivare al suo servizio di cloud gaming Amazon Luna. Ma tra tutto ciò anche Ring ha saputo farsi notare grazie alle ultime proposte in fatto di sicurezza domestica e non. Infatti, al di là della curiosa videocamera a drone, l’azienda ha annunciato una suite di articoli che ruotano intorno alle auto, progettati per mantenere al sicuro il proprio veicolo. Questi includono Ring Car Alarm, Ring Car Cam e Ring Car Connect.

Ring Car Alarm

Questo primo dispositivo, rivolto alla fascia più ampia di clienti, si collega alla porta OBD-II del veicolo ed è in grado di rilevare eventuali urti mentre l’auto non è occupata, o persino effrazioni e quando sta per essere rimorchiata. In questi casi l’utente sarà avvisato tramite una notifica e alla sua ricezione potrebbe decidere di far suonare l’allarme per mettere in fuga eventuali malfattori.

LEGGI ANCHE: PS5 torna disponibile, ecco dove potete ordinarla!

Ring Car Alarm richiederà la connettività tramite Amazon Sidewalk, la larghezza di banda ridotta e il protocollo di rete wireless gratuito che la società Ring ha intenzione di rendere operativo entro la fine dell’anno.

Ring Car Cam

Questo prodotto altro non è che una videocamera intelligente di sorveglianza che può funzionare tramite Wi-Fi o LTE, disponibile tramite un piano aggiuntivo, e in caso di rilevamento di un urto o tentativo di scassinamento inizierà a registrare, per cercare di riprendere ciò che sta succedendo. Con il piano di connettività LTE aggiuntivo, è anche possibile trasmettere in streaming il filmato in diretta sul proprio smartphone, in modo da poter assistere a ciò che sta accadendo in tempo reale.

Grazie alla funzione Emergency Crash Assist, in caso di grave incidente, il dispositivo avviserà i primi soccorritori inviandogli la posizione dell’auto. Inoltre, con Traffic Stop, con cui si può interpellare Alexa, basterà dire “Alexa, mi stanno fermando” per avviare una registrazione video e audio che sarà poi automaticamente caricata nel cloud (a patto di avere la connettività attiva). Per quanto riguarda la privacy, c’è un otturatore fisico sulla fotocamera stessa per quando non vuoi che sia in uso, il che impedisce anche al microfono di registrare.

Ring Car Connect

Ultimo ma non per importanza, Ring Car Connect che è una combinazione di API indirizzata ai produttori di veicoli, che consente loro di collegare i sistemi delle auto alla rete Ring, dando così modo ai clienti di accedere a una varietà di funzionalità, tra cui la ricezione di avvisi mobili per eventi rilevati o per guardare i filmati registrati dalle loro telecamere di bordo. Ciò consente anche l’accesso a informazioni che non sarebbero disponibili con una configurazione rigorosamente aftermarket, ad esempio se l’auto è bloccata o sbloccata. Il primo partner automobilistico di Ring per questo è Tesla, che sta abilitando Ring Car Connect sui modelli 3, X, S e Y.

Disponibilità e prezzi

Questo trittico di prodotti sarà lanciato nel commercio nel 2021, ma solo negli Stati Uniti. Al momento infatti non è possibile sapere quando (e se) saranno resi disponibili anche nella restante parte del globo, attendiamo ulteriori aggiornamenti. Di seguito vi riportiamo i prezzi:

  • Ring Car Alarm – 59,99$
  • Ring Car Cam – 199,99$
  • Ring Car Connect – 199,99$
Via: TechCrunch
  • Filippo Lunardi

    Un sistema di videosorveglianza dell’auto così sarebbe ottimo ad un prezzo del genere, speriamo siano utilizzabili anche in Italia prima o poi, con tutti quelli che toccano le macchine nei parcheggi sarebbe un bel plus