I robot Roomba sono i robot aspirapolvere per tutte le tasche e per ogni esigenza

Redazione -

In collaborazione con iRobot

Non è un segreto che iRobot sia il produttore di robot aspirapolvere più noto al mondo, al punto che per molti Roomba è diventato un nome generico per questo genere di aspirapolveri su ruote. Ma non è così: gli aspirapolveri Roomba prodotti da iRobot sono tanti e variegati, ma si contraddistinguono dalla concorrenza per l’efficienza che ha da sempre contraddistinto la società statunitense.

Ma proprio perché l’offerta dell’azienda è piuttosto ampia, può essere utile dare un’occhiata ai diversi modelli disponibili in catalogo, che sono suddivisi in quattro diverse serie. Andiamo quindi a scorpire più in dettaglio tutti gli aspirapolveri Roomba.

Roomba serie 600

La serie 600 è costituita dai robot aspirapolvere più abbordabili, per chi vuole risparmiare un po’ e cerca un prodotto senza troppi fronzoli, che punti all’essenziale: un pavimento sempre pulito.

Caratteristica di questa serie è la tecnologia AeroVac PET, disponibile su Roomba 606, che permette di aspirare al meglio i peli degli animali, compattandoli nel capiente cestino interno.

Per chi cerca qualcosa si più smart, il Roomba 671 è dotato di connettività Wi-Fi, che gli permette di interfacciarsi con la nostra connessione ed esser controllato a distanza tramite l’app per smartpohone iRobot Home o tramite assistenti vocali, quali Amazon Alexa e Assistente Google.

Roomba serie e

Nella serie e si trova il Roomba e5158, modello di riferimento per chi cerca un prodotto di fascia media, con una maggior potenza d’aspirazione e qualche funzionalità in più. Come ad esempio i sensori Dirt Detect che  permettono di percepire quali sono le zone in cui si concentra lo sporco, per una pulizia ancora più approfondita.

Inoltre, su questa linea troviamo il sistema di un aspirazione a 3 fasi AeroForce, con un apotenza fino a 5 volte superiore rispetto ai modelli della serie 600 e le nuove spazzole multi superficie, che raccolgono ancora più sporco da piastrelle, parquet, tappeti e moquette.

Ovviamente non manca il supporto a WiFi e la possibilità di programmare la pulizia tramite app da smartphone o tramite assistenti vocali come Alexa e Assistente Google.

Roomba serie 900

Con la serie 900 si inizia ad entrare nella fascia elevata, con funzioni più smart e nuovi accorgimenti per la migliore pulizia possibile.

Sul Roomba 960 troviamo la tecnologia Dirt Detect Series II, ancor più evoluta della precedente e con maggior capacità di rilevare le zone più difficili. Inoltre, a questo si aggiunge il sistema di navigazione iAdapt 2.0 con Visual Localization che, grazie a sensori visivi, permette al robot di spostarsi con maggior precisione in casa, creando dei precisi punti di riferimento. Grazie a questo sistema, il Roomba 960 ricorda a che punto è arrivato con la pulizia e, quando la batteria sta per esaurirsi, torna alla base per ricaricarsi e poi riprende da dove aveva lasciato.

Ancora una volta, il robot supporta il Wi-Fi e può essere controllato tramite assistenti vocali (Alexa o Assistente Google) e app per iPhone e Android

Roomba serie i

La serie i porta la pianificazione della pulizia ad un livello ancora maggiore: Roomba i7157 e Roomba i7+ supportano infatti lo svuotamento automatico con Clean Base.

Si tratta di una tecnologia che permette al robot di capire quando il cestino è pieno e svuotarsi automaticamente nella base, che include un più capiente contenitore per lo sporco. In questo modo, ci si dimentica completamente di cosa vuol dire dover fare le pulizia, dato che anche lo svuotamento del cestino diventa un’operazione saltuaria.

Con la seire i migliora anche il sistema di navigazione (iAdapt 3.0 con Visual Localization) e, grazie alla tecnologia Imprint Smart Mapping, il robot è in grado di memorizzare e riconoscere i diversi ambienti. In questo modo, è possibile programmare la pulizia delle singole stanze, ovviamente anche tramite assistenti vocali, con frasi come: Alexa, chiedi a Roomba di pulire la cucina.

Gamma Braava

Non si tratta di un robot aspirapolvere ma merita comunque una menzione: il Braava 390t è infatti il compagno perfetto dei Roomba, poiché si tratta di un robot lavapavimenti.  In realtà, questo robot è in grado anche di raccogliere la polvere con la modalità di pulizia a secco, ma dà il meglio di sé con la pulizia a umido (Mop): funziona con i panni di pulitura riutilizzabili  che ci sono in dotazione, ma anche con panni usa e getta come gli Swiffer.

Si tratta solo di uno dei molteplici prodotti di questa categoria. Appartiene alla serie 300 e al suo fianco troviamo la linea 200 e i nuovissimi serie M, dotati di Wi-Fi e con un getto d’acqua spruzzato frontalmente prima del passaggio con il panno.