Dalle calamite, al raffreddamento a liquido con LED, passando per schermi portatili a 240Hz e BMW: le curiosità della serie ROG (foto e video)

Nicola Ligas -

ROG significa spesso “eccesso”, nel senso positivo del termine, soprattutto per i gamer. Questa linea di ASUS non riguarda però solo i PC ed i notebook, ma tantissimi accessori dedicati, e tra questi vogliamo mostrarvene alcuni di nuovi e curiosi presenti al Computex 2019. Una carrellata un po’ insolita, ma senz’altro originale.

Avreste ad esempio mai pensato di personalizzare un alimentatore con delle calamite? Adesso potete farlo, per rendere il vostro case ancora più unico, e soprattutto si tratta di un ottimo alimentatore “medio gamma”, con caratteristiche mutate dai modelli di punta, come la caratteristica ventola di raffreddamento, che assicura un migliore flusso d’aria, e con una silenziosità da primo della classe, di appena 15db.

Abbiamo poi visto un curioso sistema di raffreddamento a liquido, che sopra al processore monta un piccolo display LCD. Potete usarlo per mostrare delle immagini (anche la vostra faccia se volete), oppure dei dati, come temperatura della CPU, velocità del processore, ed altro che potete personalizzare a piacere via software da Windows. L’effetto scenico è garantito, sempre nel case di cui sopra.

Continuiamo poi con il primo monitor portatile al mondo con 240Hz di refresh. Un full HD da 17” con tempo di risposta di 3 ms e porte micro HDMI ed USB-C. Si tratta dello Strix XG17, dotato anche di un’apposita custodia/stand, per usarlo in ogni posizione che volete. Inoltre, ma non sappiamo bene come perché ancora ASUS non l’ha svelato, sarà possibile “attaccarlo” al monitor del vostro PC portatile, in modo da estenderne lo schermo facilmente. Attenzione solo all’autonomia, che arriva fino a 3 ore lontano dall’alimentazione.

Andiamo avanti con un curioso accessorio di alcuni ROG: una chiavina magnetica che abilita una partizione altrimenti nascosta dell’SSD, nella quale custodire tutti i vostri “segreti”. Senza questo accessorio, che si inserisce nel profilo laterale del notebook, non ci sarà modo di accedere a detti file.

Proseguiamo con le cuffie ROG Theta 7.1, che hanno dei driver molto più larghi del normale (fino ad 8 volte). Non sono enormi però, perché lo spazio extra è stato ricavato eliminando il base driver (il .1 nel vostro 7.1). Come mai? Perché questo non viene sempre sfruttato nei giochi, ed in questo modo si guadagna spazio per gli altri driver e quindi per una maggiore qualità e spazialità del suono. Per quei casi in cui il supporto 7.1 fosse completo, avrete una “virtual base” grazie agli altri driver, che si divideranno in pratica il compito. Inoltre il microfono di queste cuffie è stato “addestrato” con oltre 50 milioni di suoni ambientali, in modo da cancellare alla perfezione tastiera, clic del mouse, ed altri suoni tipici che potrebbero disturbare le vostre chat di gioco (e non solo).

Chiudiamo infine con un mockup: quello di un portatile realizzato in collaborazione con BMW, che richiama quindi anche le linee della celebre casa automobilistica, e che oltretutto è semi-trasparente, consentendovi di vedere certi componenti interni (o qualcosa che gli somiglia sotto la scocca). Per il momento è solo un concept senza alcuna pretesa di commercializzazione, ma se un giorno dovesse diventare realtà, potrete dire di averlo visto prima qui. E adesso basta chiacchiere e spazio a video e foto.