Samsung brevetta degli occhiali AR da utilizzare mentre si è alla guida (foto)

Giovanni Bortolan

Ultimamente il fronte relativo a VR e AR di Samsung non è propriamente tranquillo. Dopo la morte annunciata del progetto Gear VR, il gigante coreano sembra essersi già scrollato di dosso il peso di un idea inadatta al mercato e pare essere già sulla strada per un nuovo modo per entrare nel settore dei visori per la realtà aumentata.

Secondo un recente brevetto infatti Samsung avrebbe in mente un paio di occhiali AR in grado di mostrare all’utilizzatore alcune informazioni riguardo la guida in corso, come ad esempio delle freccie per indicare la direzione da prendere o un eventuale cambio di corsia. Nonostante questo tipo di interazione sia già presente in numerosissimi heads-up display di altrettanto numerose autovetture, la tecnologia pensata da Samsung arriverebbe a garantire un livello di immersività completamente diverso.

L’avere queste indicazioni su un visore in testa permette al guidatore di averne accesso anche quando non mantiene la posizione dritta e frontale rispetto all’heads-up sul cruscotto. Ciò renderebbe tutte le indicazioni più accessibili anche in fase di manovra o di svolta, in cui generalmente il guidatore non guarda solo dritto davanti a sé. Inutile dire inoltre che un sistema di questo tipo permetterebbe un numero infinito di possibili integrazioni, che potrebbero includere anche la segnalazione di punti di ristoro, rifornimento o addirittura posti di blocco o addirittura autovelox.

LEGGI ANCHE: Le applicazioni Gear VR sono in procinto di estinguersi per mano di… Oculus

Il brevetto dunque racconta un prodotto interessante, riuscirà a vedere la luce e se sì, a cambiare la percezione e la sorte di questa categoria di prodotti mai decollata?

Fonte: SamMobile