Samsung Galaxy Home inizialmente non arriverà in Italia e sapete già perché

Edoardo Carlo Ceretti Secondo le ultime indiscrezioni, il primo smart speaker di Samsung debutterà inizialmente solo in Corea, Cina e USA, ma c'era da aspettarselo vista l'assenza del supporto di Bixby alla lingua italiana.

Nel corso del grande evento dedicato a Galaxy Note 9 tenuto nell’agosto scorso, Samsung ha finalmente svelato le linee di Galaxy Home, il suo primo smart speaker. Per tutto il resto però, ha scelto di mantenere un alone di mistero. Non si conoscono infatti ancora specifiche tecniche dettagliate, prezzo di vendita e data di lancio. Ma se speravate di vederlo da noi, siete degli illusi e sapete bene perché.

Quantomeno inizialmente, Galaxy Home dovrebbe essere disponibile soltanto in Corea del Sud, in Cina e negli Stati Uniti, ovvero i tre mercati principali per il produttore. Ma non solo, perché si tratta anche dei mercati (insieme a pochi altri) in cui Bixby è già attivo e funzionante, mentre chiunque possieda uno smartphone Samsung sa che in Italia l’assistente vocale sia talmente limitato da essere pressoché inutile.

LEGGI ANCHE: Samsung Galaxy A9 (2018) ufficiale: ha 4 fotocamere posteriori!

Era dunque scontato che il nostro paese non avrebbe potuto accogliere uno smart speaker il cui cuore pulsante è proprio rappresentato da Bixby. Il salato prezzo di vendita di Galaxy Home – ancora non annunciato in realtà, ma quasi certamente vicino a quello di Apple HomePod – potrebbe però farvi prendere con filosofia questa (momentanea) rinuncia.

Fonte: SamMobile