Samsung perde il 60% dei profitti nel primo trimestre, e conferma il rilancio di Galaxy Fold (foto)

Enrico Paccusse Il primo trimestre dell'anno segna per Samsung un calo che non si vedeva dai tempi di Galaxy Note 4

Samsung aveva avvertito i propri investitori che ci sarebbe stato un calo importante nel fatturato all’inizio di quest’anno, e le previsioni sono state confermate da un bilancio che segna addirittura un -60% rispetto al profitto ottenuto il primo trimestre dello scorso anno – si passa dal record di 14,4 miliardi di dollari nel Q1 ’18 ai 5,5 miliardi nel Q1 ’19.

Il settore che più ha inciso su questo calo è sicuramente quello dei chip di memoria, che ha visto un -23% nelle vendite, a causa di una bassa domanda e di un prezzo che pian piano va diminuendo. Altro settore negativo è stato quello degli schermi OLED, trainato in basso dalla minore richiesta di schermi pervenuta da uno dei maggiori clienti, Apple.

LEGGI ANCHE: Samsung pubblica il calendario degli aggiornamenti ad Android Pie

La società si dice comunque soddisfatta dei risultati ottenuti nel settore smartphone (in cui è già regina), dalla serie Galaxy S10 e dalla serie A (medi di gamma), e si aspetta un aumento della domanda a seguito della futura diminuzione naturale dei prezzi. Non poteva infine mancare una menzione al Galaxy Fold, dopo la recente decisione di ritardare il lancio.

I dirigenti si sono espressi positivamente e hanno confermato la fiducia nel nuovo dispositivo e nel nuovo paradigma che porta nel mondo degli smartphone. Chiaramente l’obiettivo non è tanto quello di vendere il Fold, destinato ad un pubblico decisamente premium, ma quello di stimolare il nuovo settore dei pieghevoli (e dei piegati?), così da essere in prima linea come fornitore dei nuovi display. In allegato qui sotto i risultati finanziari a partire dal 2016, divisi nelle varie unità di business (la valuta, in questo caso, è il won sudcoreano).

Via: EngadgetFonte: Samsung