Samsung punta forte sull’Intelligenza Artificiale

Roberto Artigiani Aperti 3 nuovi centri di sviluppo e assunzioni per circa 1.000 ricercatori entro il 2020.

Il colosso coreano ha annunciato l’apertura di tre nuovi centri di ricerca e sviluppo in Inghilterra, Canada e Russia che si vanno ad affiancare ai due già esistenti in Corea e Stati Uniti. Previste anche assunzioni per rinfoltire il personale con e arrivare a circa 1.000 ricercatori specializzati nella ricerca sulle IA.

Prevedendo una massiccia diffusione dell’IoT, Samsung mira a diventare un pioniere nelle Intelligenze Artificiali che si integreranno nella vita quotidiana permettendoci di sfruttare servizi ottimizzati sulle nostre esigenze e comportamenti. L’obiettivo dell’azienda è costruire un ecosistema con l’utente al centro servito da un’IA basata su una architettura comune che sia quindi rapidamente scalabile, adattabile e realmente utile.

LEGGI ANCHE: Samsung Bixby 2.0

Samsung ha dichiarato che la sua visione prevede 5 aspetti chiave di ricerca, l’IA deve essere: “utente-centrica”, permettendo la personalizzazione attraverso un’interfaccia multi-modale; “imparare costantemente”, attraverso l’auto-apprendimento dai dati; “sempre presente”, come un servizio in sottofondo; “sempre utile”, con la minimizzazione dell’intervento dell’utente; “sempre sicura”, per assicurare la sicurezza dell’utente e della sua privacy.

  • Nigel

    Puntare su batterie con più mAh no eh?

    • T. P.

      troppo facile! 🙂

  • Stefano

    Poi però sono gli unici che quest’anno non hanno dato nemmeno un accenno sui propri smartphone