Samsung SmartThings e Google Nest uniti per migliorare le vostre case intelligenti

Samsung SmartThings e Google Nest uniti per migliorare le vostre case intelligenti
Federica Papagni
Federica Papagni

Un nuovo legame unisce Samsung a Google. I due colossi della tecnologia hanno infatti annunciato l'integrazione tra Samsung SmartThings e Google Nest, grazie alla quale i dispositivi Google Nest, inclusi termostati, videocamere e campanelli, saranno certificati "Works With SmartThings" (WWST), consentendo agli utenti di controllare senza problemi le loro case intelligenti tramite l'applicazione dell'azienda coreana e anche i suoi dispositivi per la casa intelligente.

Se in precedenza il ventaglio delle azioni era alquanto stretto, ora invece saranno resi disponibili più modi per controllare il proprio ecosistema domestico. Infatti, gli utenti di SmartThings saranno in grado di regolare un termostato Nest, visualizzare i feed della videocamera in tempo reale dalle videocamere Nest esterne e scoprire chi è alla porta con Nest Hello, tutto attraverso i loro dispositivi intelligenti.

Ralf Elias, Global Vice President IOT / Business Development & Partnerships di Samsung Electronics, ha così commentato la nuova collaborazione:

"La tecnologia SmartThings continua a migliorare e a perfezionare il modo in cui viviamo in modo intelligente. Siamo lieti di rafforzare ulteriormente la nostra partnership con Google e di integrare Nest nel nostro portafoglio per offrire agli utenti più modi per controllare e automatizzare la loro casa. Ci impegniamo a creare un sistema universale in cui tutti i dispositivi smart home possano lavorare insieme in modo coeso."

Inoltre, la serie di dispositivi con supporto a Google Assistant sarà ampliata. Dopo l'arrivo dell'assistente vocale di Big G sull'ultima gamma di Smart TV Samsung, nel prossimo futuro arriveranno anche altri dispositivi ed elettrodomestici che vanteranno tale compatibilità.

Parliamo ora di tempistiche. Per godere di questa sinergia tra Samsung e Google i consumatori non dovranno attendere molto, visto che la disponibilità è stata programmata per gennaio 2021.

Commenta