Sonos si prepara a una piccola rivoluzione: da giugno nuovi app e sistema operativo, a giovarne sarà la qualità audio (foto)

Vincenzo Ronca

Sonos è uno dei produttori di maggior rilievo nel segmento dei dispositivi audio e ha appena annunciato importanti novità software che arriveranno a partire dal prossimo giugno e che investiranno i suoi dispositivi più recenti.

La novità principale è il lancio della nuova app per gestire i dispositivi audio di Sonos. Al momento viene identificata con il nome Sonos S2, ma quando arriverà la conosceremo semplicemente come Sonos. Si tratterà di un vero e proprio nuovo sistema operativo e uno dei benefici maggiori che apporterà sarà il supporto ad una qualità audio ad alta definizione, più alto rispetto a quanto offerto dall’attuale app, e potrebbe anche implicare l’adozione del supporto Dolby Atmos da parte di Sonos.

LEGGI ANCHE: Sennheiser Momentum Wireless 3.0, la recensione

La nuova app di Sonos, della quale potete avere un’anteprima osservando le immagini nella galleria qui in basso, presenterà un’interfaccia grafica e delle funzionalità maggiormente votate all’usabilità e all’organizzazione dei vari ambienti in cui sono posizionati gli speaker connessi. Non mancherà il supporto ai dispositivi con Alexa e Google Assistant, anche se potrebbe arrivare l’assistente vocale sviluppato in casa Sonos a prendersi gran parte della scena. Tra le nuova funzionalità potrebbe anche esserci una sorta di routine, ovvero la possibilità di riprodurre specifiche playlist musicali quando l’utente fa il suo ingresso in casa.

Con l’occasione Sonos ha anche precisato che i suoi prodotti lanciati tra il 2011 e il 2015 non riceveranno il supporto della nuova app e nemmeno le novità software: tra questi ci sono Sonos Play:5, Zone Players e i dispositivi Connect e Connect:Amp. Sonos ha comunicato che comunque questi dispositivi riceveranno gli aggiornamenti di sicurezza ed eventuali correzioni di bug. Questa tipologia di dispositivi verrà supportata dalla vecchia app, la quale verrà rinominata in Sonos S1 Controller.

Questo significa che i dispositivi supportati solo dalla prima generazione di app Sonos non potranno convivere nello stesso sistema in cui sono presenti i dispositivi supportati dalla seconda generazione dell’app. Pertanto Sonos offre il 30% di sconto a coloro che vorranno aggiornare i dispositivi all’ultima generazione: il programma che offre questa possibilità si chiama Trade Up ed è attivo anche in Italia.

Via: The Verge