Le nuove Sony Extra Bass hanno sia Google Assistant che Amazon Alexa (foto)

Vezio Ceniccola L'ultimo modello WH-XB700 delle cuffie wireless di Sony vi fa scegliere quale dei due assistenti vocali utilizzare

Sony ha annunciato l’arrivo di un nuovo modello di cuffie wireless della serie Extra Bass. Stiamo parlando del modello WH-XB700, vale a dire un paio di cuffie a padiglione dotate del supporto nativo per Google Assistant e Amazon Alexa.

Al contrario delle ottime ma costosissime WH-1000XM3, questo nuovo modello Extra Bass fa parte della gamma media ed ha un design sovraurale, con un padiglione che si poggia direttamente sull’orecchio. Rispetto alla precedente generazione sono stati fatti notevoli passi in avanti sotto ogni punto di vista: l’autonomia è stata portata a circa 30 ore d’utilizzo, la ricarica è ancora più rapida e ci sono notevoli miglioramenti per la qualità sonora.

Inoltre, grazie all’integrazione nativa degli assistenti vocali Assistant e Alexa, è possibile controllare a voce gran parte delle funzionalità, richiamando gli assistenti tramite l’apposito tasto sul retro del padiglione sinistro. Non manca, come ovvio, l’integrazione con l’app Sony Headphones Connect, che permette di personalizzare al meglio l’esperienza d’ascolto.

Il collegamento wireless avviene grazie alla connettività Bluetooth 4.2 con supporto al protocollo Qualcomm aptX, ma è presente anche un jack audio da 3,5 mm per il collegamento fisico e una porta USB-C per la ricarica. Il peso complessivo delle cuffie è di 195 grammi.

LEGGI ANCHE: Recensione Sony WH-1000XM3

Le nuove Sony Extra Bass WH-XB700 saranno disponibili in colorazione nera e blu a partire dalla fine di questo mese in alcuni mercati asiatici, mentre arriveranno solo ad aprile nel resto del mondo. Il prezzo di listino dovrebbe essere inferiore ai 200$, anche se al momento non ci sono ancora informazioni ufficiali a riguardo.

Via: Phone ArenaFonte: Sony
  • Okazuma

    Da provare anche se a metà 2019, vedere ancora il BT 4.2 mi sembra un difetto abbastanza importante con il 5.0 lanciato quasi 1 anno fa