Il nuovo sensore di Sony è un “occhio” da auto per la guida assistita

Cosimo Alfredo Pina -

Si chiama Sony IMX324 e promette importanti migliorie per il mondo delle auto a guida autonoma o assistita. Un sensore 1/1,7″ con filtro RCCC (che “vede” solo informazioni su quantità di luce ed intensità del rosso) con risoluzione record per la categoria: 7,42 megapixel.

Proprio grazie a questa risoluzione il sensore può potenzialmente fornire informazioni utili sui segnali stradali fino a ben 160 metri di distanza. Sony promette inoltre ottime performance anche in condizioni di scarsa luminosità. Il Sony IMX324 dovrà essere ovviamente accoppiato ad un opportuno sistema di elaborazione dati, nello specifico i processori d’immagine EyeQ4 e EyeQ5 sviluppati da Mobileye, azienda specializzata in sistemi di guida assistita.

L’obiettivo di Sony è quello di ottenere la certificazione “AEC-Q100 Grade 2” dell’Automotive Electronics Council, prima dell’inizio della produzione di massa e della conseguente distribuzione alle varie case automobilistiche che potranno impiegare questo sensore per le future generazioni di assistenti frontali come ad esempio frenata di emergenza automatica, riconoscimento dei segnali stradali e cruise control adattivo.

I primi campioni del componente saranno disponibili per le aziende a breve, durante il prossimo novembre mentre la produzione vera e propria è prevista per giugno 2018.

Via: fonearena.com